Segnali incoraggianti da Itb: il comparto fiducioso sul 2024

Sono emersi segnali incoraggianti dall’Itb di Berlino che si è conclusa ieri. Il settore dei viaggi prevede un anno eccellente. Nonostante la crisi globale, il comparto si è dimostrato fiducioso, in quanto il desiderio di viaggiare delle persone è confermato. I temi più importanti che sono stati affrontati durante l’evento b2b sono la crescente importanza dell’intelligenza artificiale, la carenza di manodopera qualificata e il clima.

Quasi 100mila partecipanti

Questa edizione di Itb si è concentrata sulla creazione del futuro e ha sottolineato ancora una volta il suo ruolo di piattaforma internazionale leader per il business, l’innovazione e il networking. Nonostante gli scioperi diffusi in corso nel Paese in concomitanza dell’evento, quest’anno ha registrato un leggero aumento con quasi 100mila partecipanti – un risultato che ha superato le aspettative a fronte delle difficili circostanze dovute allo sciopero. Sono stati oltre 5.500 gli espositori, provenienti da 170 Paesi, presenti alla tre giorni, occupando tutti i 27 padiglioni espositivi del quartiere fieristico di Berlino.

Notizie positive anche per quanto riguarda l’occupazione dei padiglioni. La riapertura di cinque padiglioni ristrutturati ha consentito numerosi cambiamenti e miglioramenti in molti settori. Per la prima volta i Paesi di lingua tedesca si sono ritrovati tutti sotto lo stesso tetto e hanno occupato insieme l’hub27. Cina, Liechtenstein e la compagnia aerea Emirates sono stati accolti nuovamente, insieme ai nuovi arrivati ​​Repubblica Dominica, Isole Cayman e Disney Cruise Lines. Positivo anche il fatto che molti espositori hanno ampliato la propria area espositiva, tra questi Italia, Grecia e Turchia, nonché espositori dai mercati asiatico, arabo e africano. Anche il segmento Travel Tech si è ulteriormente ampliato. Anche quest’anno il segmento mobilità riflette un mercato in crescita e quello legato alle crociere si è dimostrato ancora una volta forte.

Confermato il desiderio di viaggiare

“L’Itb Berlin ha rispecchiato ancora una volta gli sviluppi del settore. L’atmosfera tra espositori, visitatori e relatori è stata molto positiva durante tutta la fiera – commenta Mario Tobias, ceo di Messe Berlin -. In generale si concorda sul fatto che il desiderio di viaggiare delle persone non soddisfa solo la domanda repressa dopo la pandemia, ma rimarrà sostanzialmente stabile. Né l’inflazione né gli alti prezzi dell’energia sembrano frenare la domanda”.

La prova che l’industria è una forza trainante per l’innovazione è stata data anche dalla Convention Itb di Berlino, che si è svolta parallelamente ai tre giorni di fiera e ha visto la partecipazione di 400 relatori internazionali di spicco in 200 sessioni e 17 tracce tematiche per dibattere di tendenze e innovazioni.

Il nuovo Global travel buyer index

L’Itb Buyers Circle è servito da barometro del settore e ha sottolineato l’importanza della principale fiera mondiale dei viaggi come piattaforma di business leader. Insieme alla società di consulenza aziendale Dr. Fried & Partner, Itb Berlin ha redatto il nuovo Global travel buyer index. Nel corso dell’indagine sono stati intervistati centinaia di membri del Buyers Circle sul sentiment economico e sui loro obiettivi aziendali. I risultati riflettono uno stato d’animo positivo per quanto riguarda la situazione del mercato e forniscono una prospettiva ottimistica per gli affari nei prossimi sei mesi.

L’intelligenza artificiale e i suoi potenziali usi

L’intelligenza artificiale e i suoi usi potenziali sono stati un tema molto discusso. Per la prima volta, è stato ospitato un AI Track dedicato, che è stato accolto molto bene dai 24mila partecipanti all’evento. L’opinione generale è stata che nessuna organizzazione o azienda possa più ignorare l’intelligenza artificiale.

Glenn Fogel, ceo di Booking Holdings, si è detto certo che “l’intelligenza artificiale generativa può essere di maggiore aiuto rispetto agli esseri umani reali quando i clienti stanno pianificando i loro viaggi”. Anche Charuta Fadnis, svp Phocuswright ha riconosciuto la crescente importanza dell’intelligenza artificiale e delle app di viaggio personalizzate. L’Ai generativa sta già migliorando le vendite, mentre secondo Fadnis, l’utilizzo di agenti virtuali e la combinazione dell’intelligenza artificiale con le tecnologie blockchain saranno fondamentali per prevenire abusi in futuro.

La carenza di competenze

I partecipanti si sono confrontati anche sul tema del clima e sulla carenza di competenze nel settore, per le quali tuttavia esistono soluzioni promettenti. Jeremy Sampson, amministratore delegato della Travel Foundation, ha lanciato un appello all’industria del turismo affinché punti all‘impatto zero entro il 2030. Il suo studio intitolato “Envisioning Tourism in 2030 and Beyond” delinea un percorso dinamico con un focus sulla regolamentazione dei viaggi aerei e 40 misure in sei categorie per realizzare un turismo sostenibile entro il 2050.

L’intelligenza artificiale è stata un tema importante anche per l’Itb Innovation Radar, che quest’anno ha celebrato la sua seconda edizione. L’attenzione si è concentrata su 16 innovazioni che sono state presentate. Si è spaziato dai servizi b2b per il settore dell’ospitalità e per i professionisti del travel ai concetti sostenibili. Le innovazioni hanno offerto una visione di quelle che saranno le tendenze future.

I dati dell’Oman

Il Paese ospite di quest’anno è stato l’Oman. H.E. Azzan bin Qassim al Busaidi, sottosegretario al turismo del ministero dei beni e del turismo dell’Oman, ha sottolineato il successo del suo Paese nella costruzione di infrastrutture turistiche e ha elogiato il patrimonio culturale e le attrazioni naturali del Sultanato. Nel 2023 l’Oman ha registrato quattro milioni di visitatori, con un aumento del 22% rispetto al 2022. 231.000 provenivano dalla Germania, con un aumento del 182%.

Le sfide da vincere

“Nonostante l’euforia e le prospettive positive, i partecipanti erano consapevoli anche delle enormi sfide che l’industria dei viaggi deve affrontare. La parola ‘insieme’ nello slogan di quest’anno sottolinea il fatto che solo l’azione comune può affrontare le sfide del settore dei viaggi”, ha affermato Tobias.

Dopo la pandemia e rispetto al 2023, questa è stata la prima volta che il settore ha registrato un trend positivo nella regione Asia-Pacifico. Un esempio è stata la Cina, che quest’anno ha celebrato il suo ritorno come espositore e ora accoglie i visitatori provenienti da Paesi selezionati accelerando il rilascio dei visti. Nel complesso, i partecipanti all’Itb sono tornati a casa con un’aspettativa positiva per gli sviluppi di quest’anno e possono aspettarsi un grande volume di prenotazioni anticipate, soprattutto per l’estate 2024.

Itb 2025: Albania il Paese ospite

Per la prossima edizione, Itb 2025, il Paese ospitante sarà l’Albania. Una destinazione emergente dal grande potenziale. La direzione di Messe Berlin e i rappresentanti dell’Albania hanno suggellato ufficialmente la loro partnership con la firma di un accordo il secondo giorno di fiera. Itb 2025 si svolgerà dal 4 al 6 marzo, nel quartiere fieristico di Berlino.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti