EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
L’Hotel Shangri-La Roma svela il nuovo Omnia Convention Center

Una serata alla scoperta del mondo Omnia e del nuovo Omnia Convention Center dell’Hotel Shangri-La Roma, quella che si è tenuta ieri sera nella Capitale e che ha visto la presenza accanto al ceo del Gruppo Francesco Lazzarini anche dell’Assessore per i Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma Capitale Alessandro Onorato.

Il nuovo spazio

Immerso nel verde del quartiere Eur, l’Omnia Convention Center si sviluppa su un’area complessiva di 1800 metri quadri, offrendo in totale 13 sale riunioni dotate di tecnologie all’avanguardia per eventi privati e aziendali, con 2 sale plenarie, ognuna scomponibile in ulteriori 3 spazi, un salone di circa 400 mq con ampia vetrata, per accogliere i servizi ristorativi, una grande cucina ad hoc, un’area esterna con terrazza e ulteriori sale all’interno dell’hotel.

Una storia di successo

La famiglia Lazzarini in pochi anni ha portato avanti nella città di Roma un importante progetto di riqualificazione di edifici strategici: “Il nuovo Omnia Convention Center dello Shangri-La è stato un progetto complesso divenuto realtà, restituendo alla città un polo importante che prosegue con la realizzazione del nuovo ristorante e della piscina – ha affermato Francesco Lazzarini -. Abbiamo portato avanti l’eredità dei nostri genitori e abbiamo continuato ad investire sulla città, ne sono un esempio il nuovo Hotel St. Martin che ha rimesso in luce un edificio in disuso, il Rose Garden Palace completamente ristrutturato a seguito dell’acquisizione, e poi l’Hotel Imperiale che per la fine dell’anno tornerà a brillare su Via Veneto. A breve inizierà anche la ristrutturazione dell’ultimo acquisto che si trova accanto al Teatro  dell’Opera e che si chiamerà Aria Palace, in omaggio proprio alla lirica”- ha detto ancora Lazzarini.

Il Gruppo Omnia oggi

Omnia Hotels è passato in soli quattro anni da un fatturato di 20 mln di euro (2019) a più di 40  mln di euro nel 2023 con la previsione di arrivare ai 60 mln nel 2025. Il Gruppo conta nel suo portfolio 8 alberghi a Roma: l’Hotel Donna Laura Palace affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati; l’Hotel Imperiale in via Veneto, in fase di ristrutturazione; l’Hotel St. Martin, tra la Biblioteca Nazionale e Piazza Indipendenza, il Grand Hotel Fleming, l’Hotel Shangri La Roma all’Eur, l’Hotel Santa Costanza, a pochi passi dall’omonimo mausoleo di via Nomentana, il Rose Garden Palace, in via Boncompagni appena ristrutturato. A questi si aggiungerà anche il nuovo Aria Palace.

L’evento

La serata inaugurale del Convention Center è stata un viaggio nel mondo di Omnia Hotels, scandita da esperienze culinarie e tecnologiche immersive ispirate ai colori del brand, oro e bronzo, e ai dettagli architettonici degli hotel del gruppo: suggestivi il tavolo interattivo con la mappa di Roma fresata in legno e gli hotel del gruppo in 3d, nonché il ledwall calpestabile integrato con il bar, insieme alle performance itineranti di luci, fuochi e led danzanti per un’esperienza emozionante.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti