Naar esporta il suo modello di business in Germania con Naar Reisen

Una nuova sfida per Naar Tour Operator che, alla recente Itb, ha intrapreso un passo significativo nella sua storia imprenditoriale. Oggi a a Bmt a Napoli, l’operatore annuncerà ufficialmente l’apertura in Germania di Naar Reisen, duplicando il processo già avvenuto in Francia.

Il viaggio su misura è un prodotto complesso che richiede una delicata sinergia tra gli esperti di destinazione, la tecnologia avanzata e l’organizzazione accurata. Elementi che giustamente orchestrati, permettono di far fronte all’estrema dinamicità del settore turistico, caratteristica principale del post pandemia. Questo approccio viene riconosciuto anche nei mercati esteri, dove, come in Italia, il viaggio su misura viene offerto sia da piccoli specialisti sia all’interno di grandi operatori.

La nuova sfida

La scommessa di esportare il modello di business in Francia – sottolinea l’operatore in una nota – è stata audace, ma sta dando i suoi risultati. Dopo un anno di rodaggio i primi mesi del 2024 hanno già raggiunto l’intero fatturato del 2023.

E sulla scia di Naar Voyages, il tour operator ha deciso di intraprendere una nuova sfida nel mercato tedesco. La direzione delle operazioni in Germania è stata affidata a Frank Götze, manager con oltre vent’anni di esperienza nel gruppo Drtour, che possiede numerosi marchi turistici, tra cui Kuoni, Meiers Weltreisen e Transair.

Le attività di Naar Reisen inizieranno nell’autunno del 2024, proponendo al mercato tedesco le destinazioni di Naar, tra cui Stati Uniti, Australia, Giappone, seguendo il consolidato modello già adottato in Italia e in Francia.

A commentare l’operazione è Frederic Naar, ceo dell’azienda: “Questo sviluppo internazionale rafforzerà ulteriormente il posizionamento di Naar sul mercato italiano come un tour operator tradizionale, ma innovativo, grazie ad una miglior negoziazione dei prodotti, un rafforzamento dei rapporti con fornitori ed enti turistici ed una condivisione dei costi di sviluppo della piattaforma tecnologica. L’andamento in Italia, grazie anche al ritorno delle prenotazioni anticipate, a fine febbraio ha registrato una crescita del volume d’affari superiore al 15% sul 2023 e del 30% rispetto al 2019. Confidiamo di poter mantenere il trend positivo e auspichiamo una chiusura dell’anno in linea con l’andamento registrato fino ad oggi”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti