Belgrado a caccia del posizionamento internazionale

E’ considerata una stella nascente nel panorama internazionale delle città da visitare in un long weekend. Belgrado, capitale della Serbia, ha incamerato una crescita a doppia cifra nel corso del 2023. A raccontare risultati e punti di attrazione della città è Jelena Stankivic, pr della Tourist Organization di Belgrado. “Sono stati 1.384.616 (+17%) i visitatori arrivati a Belgrado lo scorso anno per 3,5 milioni di pernottamenti, pari ad un +9% – ha riferito la manager -. Gli italiani sono tra la undicesima e la dodicesima posizione per arrivi ma hanno un fortissimo potenziale, con un +34% nel 2023 rispetto all’anno precedente”. Lo scorso anno sono stati quasi 32mila gli italiani che hanno visitato la città serba per un totale di 78mila pernottamenti. I principali mercati di provenienza sono attualmente Turchia, Germania, Russia, Croazia e Montenegro.

I punti di attrazione

La destinazione si presta sia per un soggiorno leisure, “è un’ottima destinazione per famiglie, ma anche per giovani alla ricerca di una vivace vita notturna”. Il sistema ricettivo consta di 123 hotel, prevalentemente a 4 stelle (sei le strutture a 5 stelle) è adeguato per rispondere ad una domanda business travel e Mice. Da segnalare l’apertura ufficiale, dopo un periodo di soft opening, del St. Regis Belgrade a maggio.

I collegamenti aerei

Nel 2023 Air Serbia, vettore ufficiale del Paese, ha trasportato 4,2 milioni di passeggeri, pari ad una crescita del 53% e dall’Italia ci sono otto voli diretti (operati sia da Air Serbia che da Wizzair) che vedono, per la Summer 2024, le partenze da Milano, Bologna, Venezia, Roma, Napoli, Bari, Palermo e Catania. “Si può raggiungere la destinazione – sottolinea Stankivic – anche in auto o in pullman”. Il Nikola Tesla Airport è servitor da 27 compagnie aeree che collegano Belgrado a 115 destinazioni nel mondo.

L’offerta turistica

Ideale per un city break, Belgrado offer opportunità di vacanza attiva, esperienze culturali che si abbinano ad una buona gastronomia che è un mix di influenze balcaniche e mediterranee, ad una vivace vita notturna. “La città attrae molti visitatori interessati al suo aspetto genuino e autentico – commenta la manager -. Da sottolineare, poi, che garantisce un ottimo rapporto qualità-prezzo e che le nostre attrazioni sono in gran parte ad accesso gratuito”. Pur non avendo il mare gode di ben 7 km di spiagge lungo il fiume; il centro della città vecchia è pedonabile, mentre il nuovo centro della città è quello del waterfront e della Save promenade. Qui c’è anche il più grande shopping mall dei Balcani. Interessante per un’escursione anche i sobborghi cittadini, come Zemun, un romantico sobborgo o il tempio di St. Sava con i suoi 15mila mq di mosaici, oro e marmo. Belgrado offre attualmente 52 musei e sono circa 700 gli eventi organizzati all’anno.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti