Bluvacanze: la video intervista a Domenico Pellegrino

La recente inaugurazione del Travel innovation hub del Gruppo Bluvacanze è una tappa del processo evolutivo che l’azienda sta portando avanti da diverso tempo e che rientra in quel modello che ha definito O2O, dall’online all’offline. “Un modello di ibridazione che cerca di mettere a disposizione degli utenti e della nostra struttura la miglior tecnologia disponibile, inclusi i nuovi tool di intelligenza artificiale” che sono però accompagnati sempre “dall’esperienza della consulenza umana”, commenta ai microfoni di Guida Viaggi Domenico Pellegrino, ceo del Gruppo Bluvacanze.

Nella video intervista il manager affronta vari temi, tra cui quello del possibile timore che le adv, ma anche il personale interno del gruppo, possono aver espresso nei confronti di questa nuova tecnologia. Riconosce che, nel momento in cui, l’azienda ha iniziato a discuterne una delle reazioni è stata quella del timore, ma Pellegrino osserva anche che si tratta di “un ciclo storico che si ripete, l’avvento del web sembrava dare un colpo fatale alla rete di distribuzione. Oggi siamo a un livello diverso perché l’Ai, probabilmente, è molto più di quello che abbiamo vissuto con il web; quindi, determinate preoccupazioni sono nate e ci sono state rappresentate. La tecnologia non è mai neutra, ha sempre un effetto”.

A suo dire ci sono “due modi di approcciarsi a questo tipo di evoluzioni epocali: la tecnologia la si può subire o la si può gestire, noi abbiamo deciso di gestirla e stiamo facendo investimenti in quest’area. Il Travel innovation hub è una concretizzazione di questa visione strategica”. Per esempio con Cisalpina Tours è in fase di test per dei prodotti di Ai che servono “a strutturare la relazione tra il business traveller e le aziende”. E poi ci sono i corsi di formazione per le adv. Chi darà risposta a questo tipo di proposta? Secondo il manager tutti perché “non è una tecnologia sostitutiva di alcune funzioni, ma integrativa, miglioriamo l’esperienza del cliente e la relazione con l’azienda”. La video intervista si può vedere qui.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti