L’America di Going anche in formula cruise

Gli Stati Uniti sono in pole position nel catalogo dal titolo evocativo “America” di Going. Quest’anno la programmazione mette al centro le esperienze più apprezzate dagli italiani.

L’accessibilità

Sottolineando quanto il continente americano rappresenti la macro-destinazione ideale per la vacanza più importante dell’anno, Maurizio Casabianca, chief operations & commercial officer di Going, ha spiegato: “Quest’anno l’accessibilità aerea sostiene una solida domanda che nel 2023 ha materializzato 870mila arrivi italiani sono negli Usa, grazie a 342 collegamenti diretti alla settimana dagli scali di Milano, Roma, Venezia, Napoli e Palermo, cui si aggiungono varie frequenze sul Canada durante tutta la summer 2024, infine la connessione non-stop su Città del Messico”. Dall’aeroporto di Napoli Capodichino, in particolare, questa estate saranno quattro i voli non-stop per gli States, ogni giorno, verso New York e la novità di Philadelphia. Per un quadro complessivo si ricorda che dall’Italia, nell’estate 2024, operano otto compagnie aeree sugli Stati Uniti, da cinque aeroporti italiani con voli diretti. In tutto si tratta di 342 voli non-stop alla settimana per gli Usa verso 12 città.

Il plus della crociera

Se il catalogo propone itinerari suggestivi tra Montagne Rocciose, siti archeologici, parchi naturali, canyon e grandi città, non va dimenticato il valore aggiunto della formula Going4Cruise che permette di combinare itinerari land salpando poi con Msc Meraviglia (tutto l’anno) da New York, alternativamente verso Bermuda, Canada e New England oppure verso i Caraibi, solcati anche da Msc Seashore di base a Orlando/Cape Canaveral e da altre tre navi (Divina, Seascape e Magnifica) in partenza da Miami con itinerari da 3, 4, 7 e più notti. Tra l’altro la soluzione crociera permette di ridurre gli alti costi del volato e delle spese in loco grazie ad una formula più abbordabile.

Il trend delle vendite

Sul profilo della domanda Casabianca si è espresso dicendo che “le richieste sono in aumento ma per fronteggiare i prezzi spesso il cliente opta per una diminuzione della durata del viaggio. Gli Usa restano una destinazione principe, a differenza dell’Oriente, grazie all’ampia offerta di volato. Il fatturato segnala un +35% nei primi tre mesi del 2024 con un +20% in termini di passeggeri”. A sottolineare quanto il fattore prezzo sia un elemento sensibile nella scelta dei clienti, Ivana Di Stasio, responsabile del booking di Napoli (già titolare I Viaggi del Delfino acquisito nel 2022 da Going, ndr) ha sottolineato che “è il costo della ristorazione in loco a creare ansia nei clienti, che spesso prediligono delle soluzioni di vacanza in cui sono inclusi alcuni pasti principali”.

Approdo a Creta per Going Resort

La divisione Resort del gruppo, intanto, si fregia della new entry Elounda Village a Creta con una scelta di commercializzazione in formula “only adults” per un target di consumatori alla ricerca della privacy. “Abbiamo scelto Creta – ha spiegato Beppe Pellegrino, direttore di Going Resort – per l’accessibilità aerea diretta con l’Italia ed Elounda perché è la zona più chic di Creta”. L.D.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti