Gardaland: la nuova attrazione è una “Drop & twist tower”

A Gardaland cresce l’attesa per la nuova attrazione per famiglie e ragazzi amanti del brivido e dell’avventura. La novità 2024 inizia a prendere sempre più forma con l’avvicinarsi della sua inaugurazione, in programma il prossimo giugno.

In questi ultimi giorni, tra le vie di Castelnuovo del Garda in direzione Gardaland Park, non è passata inosservata agli automobilisti una motrice americana, seguita da due autoarticolati; a bordo dei tre mezzi un carico speciale, una imponente torre ottagonale di colore viola alta 25 metri.

La nuova attrazione

La nuova attrazione sarà una “Drop & twist tower”, una torre a caduta, progettata per offrire un’esperienza da brivido per grandi e piccoli ospiti. Gli avventurieri, saliti a bordo, inizieranno la loro corsa sulle note di un canto rituale, circondati da simboli da decifrare, effetti di luce e, solo quando toccheranno il punto più alto dell’attrazione, cadranno attraversando dense nuvole di fumo. Gli ospiti verranno fatti salire e scendere più volte e ruoteranno ripetutamente attorno all’asse della torre, così da vivere un’esperienza memorabile prima della discesa finale.

Il resort ha riaperto ieri, 23 marzo, intanto nel cantiere della nuova attrazione le maestranze impiegate hanno coadiuvato i lavori per l’arrivo della torre al parco e la sua successiva installazione con il montaggio della “gondola”, ovvero le 16 sedute sulle quali saliranno i passeggeri, disposte circolarmente attorno ad essa.

La nuova torre è dotata di un sistema idraulico che consente di gestire i diversi movimenti ed effetti della gondola attraverso un pannello di controllo touch screen di ultima generazione.

Una vera e propria avventura

“Non vediamo l’ora di inaugurare questa attrazione destinata a diventare una nuova icona di Gardaland – ha commentato l’a.d. di Gardaland, Sabrina de Carvalho -. Grazie alla sua impattante scenografia e agli effetti di luce e suoni, i nostri ospiti verranno coinvolti in un’esperienza memorabile. Non sarà solo un’esperienza di divertimento, ma una vera e propria avventura che catturerà l’immaginazione e l’emozione dei nostri visitatori”.

L’operazione logistica che ha permesso di completare l’opera in cantiere prima dell’apertura del parco è stata possibile grazie anche alla collaborazione tra Gardaland e Mesaroli Group, un team di esperti trasportatori, che hanno lavorato insieme, studiando ogni singolo dettaglio, per spostare l’imponente torre dal luogo di costruzione – in provincia di Padova – fino al cuore del parco, per circa 80 km.

Tags:

Potrebbe interessarti