Air France fa ritorno nella città scaligera

Air France torna nella città scaligera: ha preso il via ieri il nuovo collegamento diretto che unisce Verona a Parigi Charles De Gaulle. Il primo volo, atterrato alle 14:05, ha segnato il ritorno della compagnia di bandiera francese allo scalo Catullo, dopo una pausa di 9 anni. Le due città simbolo dell’amore, tornano così ad essere unite e a rappresentare un punto di accesso verso il mondo.

L’evento inaugurale e l’operativo

I passeggeri in arrivo, tra cui il senior vice president Europe del gruppo Air France-Klm Noud Duyzings, sono stati accolti da due attori in costume, appartenenti a Casa Shakespeare di Verona, con una breve interpretazione dell’opera che celebra l’amore per eccellenza, Romeo e Giulietta. Apposite spille celebrative sono state inoltre distribuite come regalo, anche agli ospiti in partenza per Parigi (il video dell’arrivo del volo è disponibile qui)

Il collegamento, operato con Embraer E190, sarà attivo 3 volte a settimana (martedì, giovedì e sabato), che diventeranno 2 volte a settimana (martedì e sabato) durante i mesi di luglio ed agosto. La partenza da Parigi è prevista alle 12:35 con arrivo alle 14:05. Il rientro da Verona sarà, invece, alle 14:50 con arrivo nella Ville Lumière alle 16:35.

Attraverso questo collegamento, i clienti italiani avranno accesso ad importanti destinazioni chiave per Air France come Boston, New York, Los Angeles, Abu Dhabi, Johannesburg, Mauritius, Tokyo Haneda, Singapore, Pechino e molte altre.

Air France porta avanti così l’espansione della sua rete globale. La compagnia aerea aggiungerà 8 destinazioni al suo programma estivo 2024 (da aprile a ottobre 2024), comprese 4 nuove città, dal suo hub di Parigi-Charles de Gaulle.

I commenti dei manager di Air France e dello scalo

“E’ grandioso essere tornati qui – ha sottolineato Noud Duyzings, svp Europe Air France-Klm -; il bacino del Nord Italia è estremamente importante per noi e Verona è una città vibrante, con un forte potenziale in termini di traffico. L’Italia in generale rappresenta per il gruppo un mercato fondamentale: si tratta del secondo più ampio in termini di revenue in Europa, dopo la Francia”.

“Celebrare il ritorno di Air France a Verona è un momento di grande orgoglio – ha affermato  Eléonore Tramus, general manager East Mediterranean Air France-Klm –; dimostriamo, infatti, l’importanza fondamentale che ha per noi il mercato italiano, mentre rafforziamo la nostra presenza nel nord-est. Grazie al nostro hub di Parigi Cdg, possiamo essere vicini alle esigenze dei clienti offrendo accesso ad un ampio network di destinazioni internazionali”.

“Si tratta di un evento di straordinaria importanza – ha rimarcato il presidente di Catullo Spa Paolo Arena -. L’aeroporto sta crescendo a livello esponenziale e ci mancava questo volo; fa sì che Verona sia vicina a tante città nel mondo”.

“Il ritorno di Air France all’aeroporto Catullo con il volo su Parigi Charles De Gaulle è il risultato di un intenso lavoro portato avanti da Gruppo Save e Catullo con la compagnia aerea – ha sottolineato Alessandra Bonetti, a.d. di Catullo -. Si tratta di un collegamento strategico per l’ampio bacino d’utenza dello scalo, che risponde alle esigenze di viaggi per affari e per turismo, sia incoming che outgoing, garantendo la connettività su prosecuzioni internazionali e intercontinentali attraverso uno dei primari hub europei. Il fatto che l’accoglienza degli ospiti sia stata fatta da Giulietta e Romeo è particolarmente simbolico: il nostro progetto di espansione dello scalo si chiama proprio Romeo. Espansione che viaggia su due direttrici: di traffico – ha specificato l’a.d. -, poiché ci proponiamo di ampliare la catchment area, non solo facendo sì che i residenti del nostro territorio vedano nel Catullo il loro aeroporto di riferimento per raggiungere infinite destinazioni, ma anche di sviluppare l’incoming, rendendo lo scalo la porta d’accesso per raggiungere le bellezze del nostro Paese. Seconda direttrice l’espansione fisica, con la costruzione di un terminal più grande del 45%, più moderno, luminoso, green, con macchinari all’avanguardia, un’importante galleria commerciale, sala vip, che sarà terminato entro il 2025. Già nei prossimi mesi verranno rilasciate delle aree”.

Nella rubrica “Il punto di vistal’intervista al senior vice president Europe Klm Noud Duyzings.

Nicoletta Somma

Tags: , ,

Potrebbe interessarti