Air France: Italia mercato strategico

Dalla nuova rotta da Verona all’importanza del nostro Paese, fino all’affaire Lufthansa-Ita, a Ndc e all’Ai. Abbiamo intervistato Noud Duyzings, svp Europe Air France-Klm a margine del recente evento organizzato presso l’aeroporto Catullo.

Gv: La nuova rotta, un commento ulteriore.
Questo collegamento mira a rafforzare la nostra posizione nel Nord-Est d’Italia, rappresentando un gateway perfetto sia per i viaggiatori leisure che per quelli business. Il feedback che stiamo ricevendo è incoraggiante”.

Gv: Qual è l’importanza del nostro Paese?
“L’Italia per il gruppo Air France-Klm è un bacino molto importante. Per Air France, più precisamente, è il primo mercato europeo in termini di revenue, dopo la Francia. Quest’estate grazie al lancio del nuovo collegamento Verona-Parigi Cdg, 14 aeroporti italiani saranno serviti da Air France e saremo in grado di offrire più di 8.200 frequenze verso lo scalo parigino”.

Gv: Altre tratte in pipeline?
“Ovviamente studiamo sempre insieme tutte le diverse opzioni che abbiamo. E come ho detto, l’Italia è un mercato strategico. Stiamo sicuramente valutando l’apertura di altre destinazioni, ma al momento non c’è nulla in programma”.

Gv: Come vede la vicenda Lufthansa-Ita?
“La stiamo seguendo da vicino e, sì, sarà interessante vedere cosa succederà. Ovviamente ci sono molte richieste da parte della Commissione Europea per far funzionare il tutto. Non c’è ancora molta chiarezza”.

Gv: Qualche aggiornamento su Ndc?
“Le prenotazioni Ndc sono in aumento. Ci aspettiamo che quest’anno gli agenti leisure e business aumentino il loro utilizzo di questo protocollo. Le Tmc globali stanno testando Ndc in diversi mercati europei e l’adozione sta aumentando. La nostra offerta si sta arricchendo di nuovi prodotti specifici per Ndc, come il Seat Bundle e l’Extra Saf Bundle. Le prenotazioni tramite questo canale sono in aumento in Europa: ora più di 1/3 di quelle indirette sono effettuate tramite Ndc”.

 Gv: L’Ai è strategica per il vostro gruppo e in quale area specifica verrà implementata?
“Gli investimenti nella tecnologia digitale sono una priorità per il gruppo. L’intelligenza artificiale ne fa parte, con diversi progetti e valutazioni in corso. Ultimamente abbiamo fatto un annuncio molto importante su questo tema: Klm impiegherà l’intelligenza artificiale per combattere gli sprechi alimentari. I programmi di intelligenza artificiale consentono all’azienda di prevedere meglio gli sprechi di cibo e permettono alla compagnia di prevedere meglio quanti passeggeri prenotati saliranno effettivamente a bordo di un volo. In questo modo è possibile calcolare il numero esatto di pasti necessari e Klm ottiene fino al 63% in meno di sprechi alimentari in base al numero previsto di passeggeri per volo. Su base annua, ciò equivale a un risparmio di oltre 100.000 kg di pasti”.

Gv: Il Saf?
“Nel 2023 le compagnie aeree del Gruppo Air France-Klm hanno incorporato circa 80.000 tonnellate metriche di Saf, quasi il doppio rispetto al 2022, rendendo il gruppo il più grande utilizzatore di Saf al mondo per il secondo anno consecutivo. Nel corso dell’anno passato, il gruppo ha continuato ad assicurarsi le future forniture di Saf per raggiungere il suo obiettivo di di incorporarne almeno il 10% entro il 2030, firmando accordi di off-take e Mou con i produttori di tutto il mondo e investendo direttamente nelle capacità di produzione”.

Nicoletta Somma

Tags: , ,

Potrebbe interessarti