Millemiglia passa a Trenitalia con 6,2 milioni di contatti

MilleMiglia, lo storico programma fedeltà dell’ex compagnia di bandiera, va a Trenitalia. O meglio, come riporta il Corriere della Sera, a passare nelle mani della società del Gruppo Ferrovie dello Stato, è Italia Loyalty Spa, società di Alitalia in amministrazione straordinaria che possiede MilleMiglia o MyMiglia secondo la nuova denominazione. Con lei passano anche i circa 6,2 milioni di iscritti al programma.

Il cambio nome e la nascita di Volare

Il quotidiano ricorda che il cambio nome del programma è avvenuto quando l’amministrazione straordinaria aveva ceduto marchi e licenze di Alitalia a Italia Trasporto Aereo Spa. La Ue, infatti, aveva posto come veto, al momento del debutto di Ita Airways, l’acquisto del programma fedeltà di Alitalia, da qui la creazione di Volare da parte di Ita.

MilleMiglia era stata messa in vendita dai commissari di Alitalia in amministrazione straordinaria a novembre del 2021, a 50,56 milioni di euro – scrive il Corriere. Però nessuno si era presentato alla gara. La cifra era stata valutata troppo elevata. A quanto scrive il quotidiano al momento non si sa a quanto ammonti la cifra esatta che è servita per rilevare Italia Loyalty Spa.

Sono 6,2 milioni di contatti

A seguito dell’operazione, Trenitalia aggiungerà al suo database i 6,2 milioni di contatti. Adesso il programma fedeltà dovrà essere integrato con quello della società ferroviaria, CartaFreccia, che è riservato ai clienti Frecciarossa e che ha raggiunto 10 milioni di iscritti. Negli ultimi 5 anni sono stati emessi più di 110 milioni di biglietti sulle Frecce per far viaggiare i soci CartaFreccia e sono stati erogati più di 5 miliardi di punti; e X-Go, per chi usufruisce dei treni Regionali e Intercity.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti