Il turismo sostenibile al tavolo di istituzioni, accademici e finanza

E’ in corso fino a oggi a Napoli, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, la IX edizione nazionale del Meet Forum sul Turismo Sostenibile, evento promosso e organizzato da Destination Italia, travel tech italiana che opera nel settore del turismo incoming esperienziale e nel segmento luxury, quotata su Euronext Growth Milan. L’evento è patrocinato da Commissione Europea, Enit, Regione Campania, Comune di Napoli, Comune di Portici, Fondazione FS Italiane, Università degli Studi di Napoli Federico II e vede la collaborazione di Intesa Sanpaolo in qualità di main sponsor.

Il laboratorio del turismo in chiave Esg

Nella giornata di apertura di ieri, hanno partecipato insieme a Dina Ravera, presidente del Gruppo Destination Italia, diversi esponenti del mondo istituzionale, scientifico, accademico e finanziario che si sono alternati nei tavoli tecnici del laboratorio del turismo in chiave Esg.

Tra cui “Turismo e Sostenibilità Ambientale“, tavolo coordinato da Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde ed Elena Dell’Agnese, presidente dei Geografi Italiani e prof.ssa Ord. Università di Milano Bicocca. Gli argomenti si sono concentrati sull’impatto che ha il turismo sull’ecosistema italiano, dalle coste alle montagne, dai parchi naturali alle città storiche; sono state prese in esame le pratiche sostenibili per la riduzione dell’impatto ambientale delle attività turistiche, passando in rassegna il trasporto pubblico, l’uso di energie rinnovabili, la gestione responsabile dei rifiuti, oltre ad esempi su possibili strumenti necessari per la sensibilizzazione dei turisti sull’importanza della conservazione ambientale.

Turismo e Sostenibilità Sociale” il tavolo coordinato da Annamaria Colao, chairholder Cattedra Unesco Salute e Sostenibilità ed Edoardo Colombo, autore e docente universitario esperto di turismo. Tra gli argomenti trattati le modalità con cui il turismo può contribuire allo sviluppo delle comunità locali, creando opportunità di lavoro e promuovendo la valorizzazione delle tradizioni culturali e dell’artigianato locale.

Il tavolo “Turismo e Sostenibilità Economica” è stato coordinato da Francesco Sirano, direttore del Parco Archeologico di Ercolano e Jane Thompson, Fondazione Packard, Manager Herculaneum Conservation Project, durante il quale è stato preso in esame il turismo come fonte cruciale di entrate per il Paese e la necessità, affinché tali entrate siano sostenibili nel lungo termine, di adottare un approccio basato sulla valorizzazione dei territori, sulla diversificazione dell’offerta turistica e sull’investimento in infrastrutture e servizi per garantire un’esperienza di viaggio di qualità.

Il motore del cambiamento

“Impegnarsi nel turismo sostenibile è come tessere un intreccio che abbraccia ogni aspetto dell’economia: dai servizi alla tecnologia, dall’energia alla finanza, dal commercio ai trasporti – osserva Dina Ravera, presidente Destination Italia Group -. È un settore che ha un ruolo cruciale per il nostro Paese e che ha l’opportunità e la responsabilità di agire come motore per un cambiamento positivo, in un’epoca in cui la necessità di preservare il patrimonio naturale e culturale diventa sempre più pressante e la consapevolezza verso la sostenibilità Esg è sempre più diffusa. Per questa ragione è cruciale promuovere un dialogo tra le istituzioni e gli esperti provenienti da diverse discipline, ed è altrettanto importante trovare strumenti e modalità sempre nuovi, coinvolgenti e interessanti, per proporre alle comunità territoriali, modelli di sviluppo turistico in chiave di sostenibilità, secondo gli obiettivi dell’Agenda 2030. Alla IX edizione del Meet Forum sul Turismo Sostenibile, approfondiremo con il territorio un modello di sviluppo legato al turismo delle radici e lo faremo in una città che ha esportato all’estero personaggi di straordinaria bravura che hanno dato lustro all’Italia in tutto il mondo”.

Tags:

Potrebbe interessarti