Il turismo culturale e consapevole del Veneto a Discover Italy

Si conferma forte l’attrattività di tutti e cinque i comprensori turistici del Veneto. “Mare, città d’arte, lago, montagna e terme e lo confermano i dati del 2023 che hanno rilevato un interesse dei turisti sempre in aumento”, afferma Federico Caner, assessore a fondi Ue, Turismo, Agricoltura e Commercio estero.

Tra cicloturismo e siti Unesco

Ad essere “di grande richiamo è anche il segmento del cicloturismo; il Veneto, infatti, grazie alle condizioni climatiche, alla concentrazione di città d’arte, alla conformazione della geografia, alla varietà di paesaggi e alla ricchezza enogastronomica è una destinazione cicloturistica con grandi potenzialità di sviluppo – sottolinea l’assessore -. Tra le bellezze di cui questo territorio è ricco ci sono anche i siti dell’Umanità Unesco che in Veneto sono ben nove; nella consapevolezza dell’importanza strategica degli stessi dal punto di vista turistico ogni anno vengono implementate attività di promozione e valorizzazione volte allo sviluppo di un turismo culturale e consapevole“.

Ci sono poi anche i segmenti del golf e del Mice, che “hanno ripreso appieno la loro attività, dimostrandosi di forte potenzialità a livello turistico”.

Il valore del food&wine

Tra i temi dell’edizione 2024 di Discover Italy , evento a cui il Veneto prende parte, ci sono cultura, food&wine e turismo attivo. Sulla base dei dati emersi, l’assessore sottolinea che, “l’incremento del turismo che il Veneto sta registrando negli ultimi anni, è molto legato, oltre che all’ampia offerta di destinazioni e prodotti turistici, anche all’elevata qualità delle nostre specialità agroalimentari e gastronomiche, accompagnate dalla rinomanza dei vini dei diversi territori veneti. La nostra è infatti una delle prime regioni in Europa per patrimonio e cultura eno-gastronomica, registrando ben 36 prodotti agroalimentari (formaggi, orto-frutta, prosciutto e soppressa, ecc.) con denominazioni Dop e Igp; 43 vini a denominazione Docg e Doc; oltre 300 Prodotti Agroalimentari Tradizionali inseriti nell’elenco nazionale del Masaf”.

Canier osserva che, “anche in campo culturale non siamo da meno, considerando la possibilità di spaziare dai templi della lirica più famosi al mondo (v. Fenice e Arena di Verona), alla Mostra del Cinema e alla Biennale che hanno risonanza internazionale. Il Veneto gode di un’ampia offerta in ogni settore del turismo: si configura perciò come la destinazione ideale per chiunque sia interessato ad immergersi in un’esperienza totalizzante all’insegna della bellezza”, afferma.

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti