La stagione dei traghetti: domanda positiva, booking più equilibrato

Indicatori positivi per il settore dei traghetti che suggeriscono, per l’estate 2024, un trend della domanda che lo è altrettanto. “L’early booking proposto da molte compagnie di navigazione sta registrando risposte positive e questo lascia intuire una crescita anche nei mesi a venire”. Ad affermarlo è Silvia Cioni, general manager di TraghettiGds.

Le destinazioni maggiormente richieste si confermano anche per questa stagione “Sardegna, Sicilia, Elba e Golfo di Napoli. Si osservano, tuttavia, alcune destinazioni emergenti, al cui vertice ritroviamo le Isole Eolie, che registrano un trend fortemente in crescita”. Insieme all’arcipelago siciliano viene rinvenuto “un aumento significativo delle vendite riguardanti i collegamenti verso la Corsica e la Grecia. Un lieve calo si individua, invece, nelle richieste verso l’Albania”. La meta nel 2023 aveva evidenziato “un picco di vendite notevole; pertanto, questa flessione non incide in maniera significativa – fa presente la manager -. Anche le Isole Baleari al momento non segnano lo stesso trend positivo dello scorso anno, ma si ritiene che la maggior parte delle prenotazioni per questa meta debba ancora arrivare”.

Sicilia e Sardegna performanti

Le rotte verso “Sicilia e Sardegna restano le più performanti – conferma Matteo Della Valle, chief passengers sales&marketing officer di Gnv -, sono da sempre le destinazioni più apprezzate dai consumatori. In entrambi i trade registriamo un trend in leggera crescita rispetto all’anno scorso”. La compagnia conta 28 unità in flotta, 31 rotte operate, 7 Paesi collegati. Nel 2023 sono stati 2,4 milioni i passeggeri e l’obiettivo 2024 è di 3 milioni.

In linea il trend rilevato da Moby, “vanno molto bene la Sardegna e la Sicilia” e il gruppo sta registrando anche “un ottimo riscontro delle novità sulla Corsica”, conferma il direttore commerciale Eliana Marino. Il Gruppo Moby conta 31 navi nel gruppo, le rotte operate sono 22 e i Paesi collegati 2 (Italia e Francia).

Spostandosi sulla Croazia, l’Ancona-Spalato è la rotta più richiesta per Jadrolinija, di cui Amatori è port e sales agent in Italia. Si registra anche “una tendenza ad anticipare la richiesta di informazioni e prenotazioni rispetto al sotto data”, attesta Corrado Ceccarelli, responsabile sviluppo Amatori Interestate Srl. La compagnia opera 3 rotte internazionali (Ancona-Spalato/Ancona-Zadar/Bari-Dubrovnik) e 40 rotte locali (il 95% dei collegamenti tra terraferma e isole). I passeggeri totali 2023 sono stati 12 mln sulle linee locali e 120mila sulle rotte internazionali. Per il 2024 si punta a un +20% in termini di numero passeggeri.

Blu Navy Traghetti – 2 unità in flotta e una sola tratta operata – “la Piombino-Portoferraio e viceversa, normalmente la rotta principale in estate è quella dalla terraferma verso l’isola perché molti turisti vengono qui per passare le vacanze”, afferma la sales account Martina Minuti, registra un +10% in termini di prenotazioni. La compagnia nel 2023 ha trasportato 774.744 passeggeri. L’obiettivo 2024 è di arrivare a quota 797mila.

Parte bene la Grecia

Il 2024 per la Grecia “è partito bene”. Il Paese si conferma “una delle destinazioni più richieste”, commenta Chiara Morandi, a.d. FLLI MorandI & C Srl, agenti generali in Italia di Attica Group, 45 navi in flotta, più di 60 destinazioni servite, 67 porti collegati con le compagnie Superfast Ferries, Blue Star Ferries, Hellenic Seaways, Anek Lines e Africa Morocco Link. Dal punto di vista della risposta ottenuta alla promozione “prenotaprima”, Morandi è in grado di poter affermare che “sono sempre di più gli italiani che organizzano in anticipo le proprie vacanze quando possibile. C’è un’altissima richiesta di partenze di gruppo sia scolastici, sia adulti, sia senior in vari periodi, a partire da marzo fino a ottobre”.

Guardando più nel dettaglio la Grecia della costa e delle isole ionie (Corfù, Lefkada, Zante, Cefalonia, Sivota e Parga) è la più vicina, la più facilmente raggiungibile e si conferma “al momento una delle zone più richieste”. Queste isole, complici “conformazione e varietà di offerta, hanno il pregio di attirare sia clienti giovani sia famiglie con bambini”, afferma Morandi. Inoltre, si nota “un crescente interesse e una maggiore richiesta per le località e le isole meno note, che si ritengono più incontaminate, meno frequentate dal turismo di massa”. Alcuni esempi citati sono Elafonissos (Peloponneso), Karpathos, Milos, Amorgos, Spetses, Serifos. Attica Group collega quattro Paesi (Italia, Grecia, Spagna, Marocco), per il 2024 punta ad un +20% di passeggeri trasportati.

Anche per Ellade Viaggi tra le destinazioni, la più richiesta è la Grecia “e non solo le linee dirette per le isole (Cefalonia e Corfu), ma anche i collegamenti interni per le isole Cicladi e del Dodecaneso”, conferma Nicola Rubaudo, direttore tecnico dell’agenzia. Bene anche l’Albania, “le linee per Durazzo e Valona, ma anche il servizio veloce tra Corfù e Saranda, Sardegna e Sicilia”.

Un booking più equilibrato

Rubaudo conferma “un deciso incremento della tendenza alla prenotazione anticipata, sostenuta anche da offerte early booking sempre più vantaggiose”. Su tutte le tratte, ma in particolare sulla Grecia, si nota che “ormai anche la clientela italiana sceglie di pianificare per tempo i propri spostamenti, puntando ad accaparrarsi i posti alle tariffe più convenienti”. Una tendenza che sta portando beneficio anche “dal punto di vista organizzativo e di qualità del servizio che possiamo offrire, in quanto il booking si muove in modo più uniforme ed equilibrato, riducendo il problema dei picchi stagionali di un tempo”.

Ambiente e sostenibilità

Corsica Sardinia Ferries, con una flotta di 14 navi e oltre 3.400.000 passeggeri totali trasportati nel 2023, per il 2024 conferma “un’attenta programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleari, che terrà conto delle esigenze dei passeggeri e degli standard di accoglienza delle Navi Gialle – fa sapere la compagnia -. La pianificazione delle rotte rispetterà le normative, le regole e gli adempimenti in materia di ambiente e sostenibilità, per ridurre le emissioni e soddisfare gli indici green, stabiliti da organizzazioni internazionali e organismi della Ue”.

A quanto dichiara Cristina Pizzutti, responsabile comunicazione e marketing, la compagnia “è sempre più green oriented ed è consapevole dell’importanza del mare e della sua salute, per questo si impegna quotidianamente per ridurre la sua impronta ecologica e preservare il Mediterraneo, il suo ecosistema e la sua biodiversità. Le sue Navi Gialle non sono solo un mezzo confortevole per raggiungere le destinazioni delle vacanze, ma veri e propri laboratori galleggianti”.

Stefania Vicini

Tags: , , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti