EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
A True Sicilia l’annuncio: Rocco Forte rileva Palazzo Castelluccio a Noto

Un successo annunciato quello di True Sicilia, l’evento in corso a Noto, con cinquanta selezionati buyer provenienti da tutto il mondo per incontrare il meglio dell’accoglienza siciliana di qualità e che ha portato alla luce una nuova operazione immobiliare-alberghiera.

New entry per Rocco Forte

Rocco Forte, speaker of honor, ha infatti confermato l’acquisto di Palazzo Castelluccio  a Noto. L’acquisizione, seguita dal figlio Charles, responsabile dello sviluppo immobiliare del Gruppo Forte, è la terza proprietà siciliana, dopo Verdura Resort a Sciacca e Villa Igiea a Palermo. L’apertura della nuova struttura con le sue 60 camere è prevista nel 2026.

Il programma siciliano di De Santis

Dopo l’edizione 2023 di True Puglia, Luigi De Santis, il fondatore, affiancato dall’esperienza del Dmc Essence of Sicily, è sbarcato in Sicilia strabiliando gli ospiti con un programma  d’eccezione che ogni giorno apre in esclusiva palazzi e location prestigiose. Ieri, nel corso di TrueTalk, è stata programmata la presentazione di una Sicilia inaspettata nel sontuoso salone di Palazzo Landolina, nel cuore del centro storico. Durante il talk, al quale hanno partecipato, oltre a Luigi De Santis, Andrea Filippi, nuovo Coo Egnazia Ospitalità, Gary Portuensi, managing partner di Authetic Explorations, Alfredo Liguori, responsabile marketing di Puglia Promozione, Peppe Mendola, co-founder Essence of Sicily, e il sindaco di Noto Corrado Figura, è emerso come per la prima volta True abbia fatto nascere una community tra gli operatori high end e il meglio del territorio. Stamane gli operatori sono al lavoro in incontri b2b nei palchetti dell’ottocentesco teatro Tina di Lorenzo. Il commento generale è stato: “E’ la prima volta che lavoriamo in un contesto così unico. Ogni quarto d’ora gli ospiti cambiano interlocutore, nel momento esatto in cui la soprano, Maria Antonietta Di Benedetto, intona un acuto.

Ornella D’Alessio

Tags: ,

Potrebbe interessarti