Viaggio on the road tra le più belle fioriture in Italia

Con l’arrivo della primavera, i paesaggi si colorano con diverse fioriture che vanno a impreziosire ulteriormente alcuni degli angoli più belli d’Italia. Un’altra occasione, quindi, per concedersi qualche gita fuori porta in più, per questo motivo l’Apc (Associazione produzione camper e caravan) ha pensato quindi di unire la passione per i tour on the road con le meraviglie floreali che questa stagione riserva. Ecco cinque luoghi da raggiungere a bordo camper e dove poter ammirare le fioriture più belle e particolari che la nostra penisola ci offre.

I mandorli di Agrigento

Ogni anno in primavera la Valle dei Templi di Agrigento ospita la Festa dei mandorli in fiore. Nella zona patrimonio dell’Unesco, infatti, nascono, in mezzo alle rovine, alberi dai fiori rosa che si adattano molto bene al clima di questa terra.

I crochi di Campo Imperatore

Tra le più affascinanti fioriture in Italia c’è sicuramente, anche se poco conosciuta, quella dei crochi a Campo Imperatore, in provincia dell’Aquila. Questo fiore selvatico, parente dello zafferano, nasce spontaneamente su diversi versanti montani sia sull’Appennino che sulle Alpi. È però su questo vasto altopiano, nel Parco del Gran Sasso, che trova il suo habitat ideale. Appena si scioglie la neve, infatti, migliaia di boccioli spuntano e vanno a formare un nuovo manto dalle sfumature viola e bianco.

I tulipani di Parco Sigurtà

In pochi sanno che a Valeggio sul Mincio, un piccolo borgo situato pochi chilometri a sud del Lago di Garda, e più precisamente nel Parco Sigurtà, sono presenti tantissime varietà di questi fiori. Premiato come Parco più bello d’Italia, e secondo in Europa, al suo interno è presente un’esplosione di colori, un giardino fiorito che si estende a perdita d’occhio. Nel parco si trova anche una fattoria didattica, in cui grandi e piccini potranno interagire con gli animali presenti. Qui si svolge un evento molto amato dagli appassionati di fiori, Tulipanissima: durante questa manifestazione, aiuole e ampi tratti di prato si tingono dei forti e variegati colori dei tulipani.

Le camelie della Lucchesia

Nella Lucchesia che è presente la più grande coltivazione di camelie da fiore, qui sono numerose le ville e i giardini che a marzo si tingono di sfumature di rosa. Percorrere questa regione è una gioia per gli occhi ed è perfetta da visitare in questo periodo dell’anno. Ogni anno, inoltre, nel mese di marzo si tiene la manifestazione Antiche camelie della Lucchesia a Sant’Andrea di Compito, piccolissimo borgo toscano dove si trovano vivai e ville con giardini vocati alla coltivazione di camelie da fiore.

Il Dente di Leone della Val di Non

In Alta Val di Non si celebra questa pianta, diventata ormai il simbolo della valle, con l’evento Le Settimane del Dente di Leone. Durante le settimane di fioritura di questa pianta, recandosi nella zona di Merano e dintorni, è possibile scoprire le numerose virtù terapeutiche e gustare piatti tipici della tradizione che lo includono come ingrediente.

Tags:

Potrebbe interessarti