Nuove rotte e più capacità nell’estate dei ferry

La mappa delle destinazioni più richieste per la stagione conferma un quadro classico: “Sardegna, Sicilia, Elba e Golfo di Napoli”, rileva Silvia Cioni, general manager di TraghettiGds, ma ci sono alcune destinazioni emergenti, come “le Isole Eolie con un trend in crescita”. Si rileva “un aumento significativo delle vendite dei collegamenti verso Corsica e Grecia”. Un lieve calo riguarda le richieste verso l’Albania, “che nel 2023 aveva evidenziato un picco di vendite notevole; pertanto, la flessione non incide in maniera significativa”. Anche le Baleari al momento “non segnano lo stesso trend positivo dello scorso anno”, ma si pensa che “la maggior parte delle prenotazioni per questa meta debba ancora arrivare”.

 

Un positivo “effetto domino”

La stagione porta novità nelle flotte e in termini di collegamenti. Moby ha visto l’ingresso contemporaneo in linea sulla Livorno-Olbia-Livorno di Fantasy e Legacy, i due traghetti “apprezzati anche per una concezione dei servizi di bordo come quella delle navi da crociera”. Un intero ponte è dedicato alla ristorazione. Le operazioni di imbarco e sbarco saranno “più rapide per la possibilità di salire a bordo anche da rampe laterali oltre che da quella centrale”. Le due navi permettono “un positivo effetto domino su tutto il resto della flotta e ogni rotta sarà servita da navi più grandi e moderne”. Tra le nuove rotte la Genova-Ajaccio, “che permetterà ai passeggeri del Nord Italia e del Nord Europa di raggiungere anche Centro e Sud della Corsica senza attraversare tutta l’isola”, poi prolungherà il tragitto fino a Porto Torres, raddoppiando i collegamenti tra Corsica e Sardegna, in aggiunta alla tradizionale Santa Teresa di Gallura-Bonifacio. Arriva anche la Piombino-Bastia. Un’altra novità è la Genova-Golfo Aranci, “che permetterà di differenziare gli approdi per chi è diretto al Nord Sardegna e un rafforzamento della Civitavecchia-Olbia”.

Corsica Sardinia Ferries prevede nuove linee da e per Sète. Dopo i porti di Tolone e Nizza, la compagnia si spinge verso l’Occitania. Da Sète sono programmate linee verso le Baleari e verso la Corsica. Le navi impiegate saranno di tipologia Mega. La novità è in risposta “alla domanda della clientela”, ma anche alla “nostra tensione al miglior impiego della flotta e segue la logica della sostenibilità delle nostre attività, poiché, in questo porto, il sistema di elettrificazione delle banchine è già attivo”. Per il 2024, la compagnia conferma un’attenta programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleari. La pianificazione delle rotte rispetterà le normative, le regole e gli adempimenti in materia di sostenibilità.

 

New entry in flotta 

Ci sono nuovi inserimenti in flotta. Il Gruppo Amatori comunica la conferma dell’acquisto da parte di Jadrolinija “di una nuova unità in servizio sulla Bari-Dubrovnik da fine aprile”. Per l’estate di Gnv è previsto “un significativo aumento della capacità, dovuto soprattutto all’ingresso in flotta di Gnv Sirio e Gnv Auriga, operative rispettivamente sulla Genova-Palermo e sulla Genova-Porto Torres”. È stata da poco annunciata l’introduzione di una terza nave sulla Genova-Palermo (Termini Imerese). A fine 2023 Attica Group ha definitivamente acquisito la compagnia Anek Lines, il che “permetterà un’ottimizzazione della flotta, una migliore gestione del personale e una migliore qualità dei servizi per i clienti”. Un tema questo che vede Blu Navy Traghetti lanciare la Carta residente, che permette “ai passeggeri residenti all’Elba, a Piombino o ai nativi dell’Isola d’Elba di registrarsi tramite il sito, una volta ottenuta la tessera, di fare i biglietti online in autonomia”.

Stefania Vicini

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti