Annullata confisca da 1,5 miliardi di euro all’ex patron di Valtur

La Corte d’Appello di Palermo annulla la confisca da 1 miliardo e mezzo di euro all’ex patron della Valtur, Carmelo Patti, deceduto, presunto contiguo a Messina Denaro.

A dirlo Sicilia 24h, ricordando che “l’imprenditore è deceduto il 25 gennaio del 2016, macchiato dall’avere costruito un impero economico appoggiandosi alle spalle di Matteo Messina Denaro, del quale avrebbe foraggiato economicamente la latitanza e gli affari. Adesso otto anni dopo la Sezione misure di prevenzione della Corte d’Appelloe scrive che Carmelo Patti non è stato un prestanome di Messina Denaro, come invece il 24 novembre del 2018 hanno scritto i colleghi della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, ordinando la confisca agli eredi, da 1 miliardo e mezzo di euro, dei beni di Patti, che adesso gli sono stati restituiti, anche se è morto”.

Tra i beni restituiti alla famiglia dallo Stato vi sono resort turistici, un’imbarcazione di 21 metri, appezzamenti di terreno, immobili e 25 società.
Photo credit: Repubblica Palermo
Tags:

Potrebbe interessarti