Nel 2024 la piena integrazione tra Gattinoni Business Travel e BTExpert

La divisione Gattinoni Business Travel, che sviluppa il business dei viaggi d’affari sia per il segmento aziende sia per le agenzie, ha raggiunto i 254 milioni di euro di fatturato nel 2023, in crescita del 30,2% sul 2022. Un segmento che, fa presente il gruppo distributivo, ha mostrato grandi potenzialità negli ultimi anni. Prova ne è il fatto che, le stime di generare un fatturato di 231 milioni di euro nel 2023, sono state superate.

Lo step del 2024

Adesso l’attenzione è focalizzata su un ultimo step che si realizzerà nel 2024. La divisione del gruppo registrerà la piena integrazione di Gattinoni Business Travel e BTExpert – quest’ultima acquisita con l’operazione Robintur. Ad occuparsene e a guidare la divisione Gattinoni Business Travel con la carica di a.d. è Piergiulio Donzelli. Un’operazione che mette a regime le sinergie, cui si aggiunge il supporto di una forza commerciale determinata. Il tutto tende all’obiettivo di raggiungere 286 milioni di fatturato, con un incremento del 13% rispetto all’esercizio precedente.

Il presidente Franco Gattinoni, nel spiegare i motivi che hanno portato al perché della scelta di Donzelli per guidare la business unit, tra la possibilità di “portare ancora più valore aggiunto e un know how nuovo e al passo con le richieste del settore e dei clienti”, ma anche “comprovata esperienza” e “background”, non ha dubbi sul fatto che “sarà un booster per andare ancora più veloci in questo settore che cambia molto rapidamente sia in ambito tecnologico sia in richieste dei clienti”.

La sfida stimolante

Nel curriculum di Donzelli ci sono incarichi ai vertici di due importanti realtà del settore, che ha guidato nella fase di sviluppo e trasformazione sia in Italia sia all’estero. A partire da Uvet. Successivamente la sua carriera si è sviluppata in Blueteam come a.d. e direttore generale e qui ha gestito la fusione di tutte le controllate e svolto un ruolo determinante nel processo di acquisizione da parte del Gruppo ACI, che lo ha confermato alla guida per quattro anni, con l’obiettivo di guidare la trasformazione dell’azienda verso un modello manageriale sia in Italia sia negli Stati Uniti.

Un’esperienza che metterà a frutto nel Gruppo Gattinoni visto che dovrà occuparsi dello step finale dell’integrazione della ex società di bt del Gruppo Robintur. Al momento ci sono due ragioni sociali che ancora convivono e che confluiranno in un’unica, la storica Gattinoni Bt e BTExpert, che hanno anche due partner internazionali diversi. Il manager vede la sua presenza nel Gruppo Gattinoni come una “sfida stimolante sotto molteplici aspetti, non ultimo quello che riguarda il completamento della fusione con la ex BTExpert acquisita da Robintur“, appunto.

Cambiamenti e opportunità

Donzelli osserva come il settore in questi ultimi anni abbia attraversato “una fase di cambiamento importante, che ha generato un contesto di grandi opportunità per le realtà aziendali con le competenze e la flessibilità necessarie per un business travel innovativo e tecnologico, coadiuvato dell’esperienza e competenza delle persone. In Gattinoni ho trovato molti di questi aspetti – osserva – e il mio ruolo sarà quello di guidare il business travel in una gestione che rispecchi tutto questo ai massimi livelli, per garantire il miglior servizio ai nostri clienti, e continuare a crescere insieme”.

Un business travel che sta vivendo anche una fase di consolidamento e internazionalizzazione, con le Tmc (Travel Management Companies), che perseguono un piano di espansione oltre i propri confini nazionali. Un tema di cui si è trattato in questo approfondimento in cui Donzelli ha avuto modo di commentare non solo i fenomeni in atto nel settore, tra cui le recenti operazioni che si sono verificate a livello internazionale, ma anche di anticipare in parte il suo modus operandi in ambito bt, il modello o la convinzione che lo ha sempre guidato in questi anni: il cliente, da cui tutto parte.

Il manager alla recente presentazione della riorganizzazione del Gruppo Gattinoni, in cui è stata comunicato anche il suo incarico, si è detto contento di questa opportunità e del fatto di poter contribuire “a far crescere questa area di business che amo. Il business travel è cambiato in modo profondo in questi ultimi dieci e più anni, c’è stata una accelerazione da pandemia e le aspettative dei clienti sono differenti. La relazione con i fornitori si è trasformata e la tecnologia non è più un gadget, ma parte determinante”, ha detto il manager.

L’obiettivo? “E’ fare in modo che Gattinoni diventi un leader in questo ambito”. A supporto ci sono anche i progetti tecnologici che sono stati avviati e che saranno “rinforzati, ci sono tutte le basi per fare benissimo”, ha affermato.

Stefania Vicini 

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti