Astoi e Bcg: offerta di valore per gli scenari futuri

L’innovazione tecnologica nel settore dei viaggi; l’evoluzione del mercato con un focus sul pricing e le tendenze in materia di sostenibilità. Sono gli argomenti oggetto di un seminario formativo che ha visto coinvolti Astoi Confindustria Viaggi in collaborazione con Boston Consulting Group e che ha riscosso grande apprezzamento da parte degli associati Astoi.

La formazione

“In Astoi consideriamo strategico e irrinunciabile il tema della formazione e, oggi più che mai, sentiamo la responsabilità di accendere un faro sui nuovi scenari che potranno profilarsi a breve – ha commentato il presidente dell’associazione, Pier Ezhaya -. La vera sfida per gli operatori è infatti riuscire a leggere per tempo il futuro che verrà e dotarsi di strumenti per utilizzare al meglio le nuove tecnologie come, ad esempio, l’Ia generativa e le sue declinazioni. Dobbiamo iniziare seriamente ad interrogarci su come queste straordinarie e rivoluzionarie tecnologie cambieranno a breve le abitudini, i bisogni dei viaggiatori e l’attività degli stessi operatori del settore. Comprendere tempestivamente come maneggiare questi strumenti e, soprattutto, capire come potranno essere utilizzati dalle nuove generazioni è la ricetta per restare sul mercato e continuare a competere, intercettando in modo più efficace i consumatori. I principi alla base del concetto di sostenibilità ambientale, sociale ed economica sono divenuti ormai i pilastri fondamentali di un nuovo modello di sviluppo che le aziende non possono ignorare”.

L’integrazione

Seguendo questo ragionamento, il presidente Astoi ha sottolineato che “la sostenibilità dovrà integrarsi sempre di più nella pianificazione strategica degli operatori. Crediamo sia molto importante l’aver offerto ai nostri associati questo momento formativo a cura di un gruppo di grande valore come Bcg e siamo intenzionati ad andare avanti su questa strada moltiplicando occasioni di incontro volte alla crescita ed alla consapevolezza delle imprese che rappresentiamo”.

Il valore dell’industry

“Il mercato dei viaggi organizzati – che in Italia vale circa 9 miliardi di euro – si conferma estremamente resiliente e in crescita, e ha già recuperato e superato in valore il dato 2019 pre-covid – ha affermato Gabriele Ferri, managing director e partner di Bcg -. La crescita futura sarà trainata da un’offerta di valore, attenta all’esperienza di viaggio in ogni suo aspetto, dalla pianificazione fino al supporto nel caso di imprevisti, e passerà sempre di più attraverso i canali di vendita on-line, sia diretti che intermediati. Gli Italiani mostrano sempre maggiore interesse verso prodotti turistici più evoluti, come viaggi attivi, spedizioni, che presentano maggiore complessità organizzativa e offrono anche maggiori opportunità di socializzazione e di effettuare esperienze uniche e memorabili.”  Secondo Ferri, inoltre, “per rimanere competitivi e continuare a crescere, i tour operator oggi devono sviluppare la capacità di offrire esperienze complesse e fortemente personalizzate, adottando una strategia omnicanale utilizzando al meglio il patrimonio di dati a loro disposizione, oltre che perseguire concretamente obiettivi di sostenibilità”.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti