Traghetti: arriva Ferryhopper, 26 Paesi, 500 destinazioni, 110 compagnie

Si chiama Ferryhopper. E’ una app di settore, che conta 2.2 milioni di download, di cui 260mila provenienti dal mercato italiano, con un aumento osservato, anno per anno e a livello globale, del 75% e serve per navigare attraverso il Mediterraneo. Promette un risparmio di tempo e di denaro. Dal 2022 al 2023 è stato registrato un aumento complessivo di passeggeri che hanno viaggiato con Ferryhopper pari al +77,5 % con oltre 8.5 milioni di biglietti venduti, 3000 rotte e 26 Paesi serviti.

Le tendenze di viaggio

La piattaforma di prenotazione online per traghetti rivela quelle che sono – sulla base dei suoi rilievi – le tendenze di viaggio via mare 2024 sia in Italia sia oltreconfine.

La crescita del traffico via mare in Italia servendosi dei traghetti registra un buon andamento, come emerge dall’ultimo report trimestrale dell’Osservatorio sulle tendenze di mobilità del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: secondo i dati dell’AdSP (Autorità di sistema portuale) relativi al primo bimestre del 2023, si evidenzia sempre maggior utilizzo da parte degli italiani del sistema di circolazione marittima, con un incremento del 28% rispetto allo stesso periodo del 2019.

In vista dei ponti

In vista dei ponti primaverili del 25 aprile e del 1 maggio, gli italiani si sposteranno, per larga massima, verso le destinazioni di mare, facilmente raggiungibili in traghetto. Nel 2024, infatti, le mete che si posizionano in cima alla lista delle preferenze sono Napoli e le isole del Golfo (Capri, Ischia, Procida) insieme alla Costiera Amalfitana, tutte destinazioni collegate con la terraferma, imbarcandosi nel capoluogo campano e a Salerno.

Sono ambite poi le Isole Pontine e l’Elba. Favorita è anche la Sicilia, specialmente nel caso di pause più lunghe, che beneficia dei collegamenti frequenti da Genova, Livorno, Civitavecchia, Napoli, Reggio Calabria e Villa San Giovanni tratte interessanti soprattutto per coloro che vogliano vivere la vacanza in autonomia, portando con sé l’auto o il camper.

Questa estate

Per quanto riguarda l’estate, c’è chi, tra gli italiani, ha già deciso dove andare per trascorrere le ferie. Restando al di qua dei confini, vanno per la maggiore la Sardegna, seguita di nuovo dalla Sicilia con l’island hopping nei suoi arcipelaghi delle Egadi (Favignana, Levanzo, Marettimo) e delle Eolie (principalmente Lipari, Stromboli, Vulcano e Panarea) e, subito dopo, le isole Tremiti, facili da raggiungere nel mare Adriatico.

Chi preferisce l’estero ha puntato sulla Grecia, sulla Croazia, sull’Albania (diventata molto popolare negli ultimi anni e riconfermatasi meta di vacanza per il 2024), sulla Spagna, con la scelta tra le varie isole Baleari (Ibiza, Formentera, Maiorca e Minorca) e su Malta.

Come funziona Ferryhopper

Il sito e l’app consentono di risparmiare tempo e denaro – si legge nella nota -, accedendo al portale e all’applicazione user friendly, si acquista il biglietto in pochi clic e si risparmia grazie a un algoritmo che permette la comparazione di tutte le compagnie di navigazione e di tariffe per quella data specifica.

Ferryhopper, dal canto suo, dichiara di investire in tecnologia all’avanguardia e nell’intelligenza artificiale. L’ambizione di guidare e plasmare le tendenze di mercato passa attraverso l’integrazione pionieristica con ChatGpt, rendendo Ferryhopper il primo plugin per traghetti per questa piattaforma – si legge nella nota. Portando innovazione nel settore dei viaggi, con l’uso strategico della IA, è pronta a soddisfare le esigenze dei viaggiatori in modo intuitivo, sfruttando l’apprendimento automatico che facilita i processi interni aiutando ad anticipare le richieste dei clienti.

L’obiettivo

“Siamo nati nel 2016, quando il panorama dei viaggi in traghetto era molto diverso rispetto a oggi – afferma Christos Spatharakis, ceo e co-founder di Ferryhopper -: sia in termini di esigenze sia di standard. Allora credevamo, e continuiamo a credere, che la digitalizzazione fosse la strada giusta da seguire, soprattutto per i viaggi via mare. Al momento non potremmo essere più orgogliosi di aver seguito quella strada, che ci ha appunto portato a essere dei rivoluzionari e dei leader del settore. In Italia e nel resto d’Europa il panorama dei viaggi in traghetto si sta evolvendo e siamo contentissimi di trovarci in prima linea, pronti a opporci a tutto ciò che ostacola il progresso nel nostro campo. Noi di Ferryhopper puntiamo in alto e lavoriamo costantemente per fornire agli utenti dati trasparenti, supporto per viaggiare in modo sicuro e divertente, nonché strumenti digitali utili per personalizzare il proprio itinerario”.

Biglietti aperti e servizi extra

Sul tema, Cinzia Corroppoli, responsabile commerciale Italia, aggiunge: “Nel post-pandemia, i viaggiatori sono sempre più  interessati a opzioni flessibili, e anche il settore dei traghetti si sta adattando a questo cambiamento; dalla possibilità di acquistare biglietti aperti, fino a quella di aggiungere servizi extra, come l’accesso prioritario a canali di assistenza clienti dedicati. La sostenibilità è l’altra grande priorità nel settore, con gli operatori che investono sempre più in tecnologie ecocompatibili, come le navi alimentate a Gnl, per ridurre al minimo l’impatto ambientale. In particolare, l’Italia occupa un ruolo centrale nel nostro piano di sviluppo, data l’importanza dei collegamenti in traghetto nel Belpaese, indispensabili sia ai residenti che ai turisti”.

Come nasce Ferryhopper

Quella di Ferryhopper è una storia che ha origine da quattro amici che, trovandosi su una piccola isola greca, facevano fatica a trovare un collegamento con un’altra isola e hanno avuto l’intuizione di voler creare un sistema di prenotazione semplice e intuitivo per “saltare” da un traghetto all’altro e raggiungere facilmente la propria meta di viaggio al prezzo più competitivo. I quattro ragazzi erano Christos Spatharakis, attuale ceo, Aiden Short, Panagiotis Sarafis e Vasileios Lahanas che hanno unito know how tecnologico ed entusiasmo per creare la prima piattaforma in cui poter prenotare anche collegamenti indiretti, introducendo un sistema che permette di effettuare una unica prenotazione per viaggi con scalo che presuppongono anche diverse compagnie.

Oggi Ferryhopper mette in connessione 26 Paesi, 500 destinazioni, 110 compagnie di traghetti in Europa e Nord Africa, vendendo biglietti per passeggeri, veicoli, animali domestici e alloggi (cabine) a bordo, principalmente nei mercati di Grecia, Italia, Croazia e Spagna, essendo attiva anche nel Nord Europa, grazie al lavoro di un team internazionale di 120 persone (annoverando soprattutto italiani, greci e spagnoli), fondamentale per la rapida espansione dell’azienda.

Oltre 3mila itinerari

Ferryhopper ha a disposizione oltre 3mila itinerari in traghetto che operano in 26 Paesi e un sistema di pagamento sicuro e affidabile: sul sito www.ferryhopper.com e sull’app Ferryhopper (recensita con 5 stelle da migliaia di utenti e totalmente gratuita per iOS e Android in 15 lingue), è possibile acquistare il proprio biglietto o anche più di uno, se il tragitto prevede più tappe.

I biglietti si comprano in una sola volta, da diverse compagnie di navigazione e sempre alla tariffa più economica, grazie a un sistema che confronta in tempo reale i prezzi e gli itinerari, mostrando subito, non appena vengono annunciati dagli operatori, anche eventuali offerte “salva budget” in corso o sconti per chi usa l’opzione “early booking”.

Per esempio, prenotando in anticipo un viaggio in traghetto Italia-Grecia, è possibile ottenere fino al 35% di sconto sul prezzo totale del biglietto. Lo stesso vale per le connessioni Italia-Albania, che mostrano una crescente popolarità per il 2024. Risparmio di soldi assicurato, come anche di tempo, grazie al formato elettronico del biglietto scaricabile dal sito o dall’app (in base alla disponibilità degli operatori) che permette di salire a bordo senza affrontare file al porto per ritirare le copie cartacee.

I vantaggi

Tra i vantaggi che offre raggiungere la propria meta di vacanza in traghetto, c’è la certezza di prezzi non volubili delle tratte, della possibilità di imbarcare veicoli e muoversi autonomamente sul posto, di avere meno limitazioni nei bagagli consentiti rispetto ad esempio ai viaggi in aereo e di rimirare il panorama una volta a bordo.

L’app di Ferryhopper, che ha una politica di zero spam e zero pubblicità, prevede anche la funzione di monitoraggio, per fare il tracking del proprio traghetto il giorno del viaggio e venire a conoscenza di eventuali ritardi o essere aggiornati sull’orario di arrivo stimato. Al momento disponibile in Italia, anche se non per tutte le compagnie, l’obiettivo è ampliare sempre più il raggio di azione, offrendo il sistema di monitoraggio anche in altri Paesi.

In più, è possibile seguire la rotta una volta imbarcati. Inoltre, Ferryhopper vanta un servizio clienti multilingue a cinque stelle in italiano, inglese, greco e spagnolo tra call center, email e chat avendo risposto a più di 400mila richieste di passeggeri. Infine, è il primo plugin di Ota per traghetti per ChatGPT con l’obiettivo di diventare la più grande agenzia di viaggi in traghetto online al mondo.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato