Il treno: il più amato dagli italiani per i ponti di primavera

I vacanzieri stanno scegliendo soprattutto il treno per spostarsi in occasione di questi ponti di primavera.

Solo su Trenitalia, come recentemente comunicato dall’operatore, si attestano oltre 17 mln di persone in viaggio a partire dal 25 aprile, e a crescere è soprattutto l’acquisto di biglietti digitali.

Vacanze più lunghe

A guardare alcune percentuali che riguardano i circuiti di vendita sia di Trenitalia che di Italo proposti da Trainline, l’app per la prenotazione di treni (e pullman) che confronta l’offerta degli operatori in Italia e in Europa, il primo dato che emerge evidenzia come i viaggi con una durata superiore ai 4 giorni siano cresciuti del 16%.

Vince il mare

Tra le città più di tendenza spiccano quelle di mare: Ventimiglia è in vetta alla classifica tra le destinazioni italiane, con un incremento del 125% sulle vendite dei biglietti per raggiungerla in treno, e poi Nizza, tra le mete straniere, con un incremento del 212%.

Sul podio delle città più prenotate dagli italiani con spostamenti in treno si trovano tuttavia anche Roma, Milano, Napoli, Bologna e Firenze, con Roma e Milano che rispetto allo scorso anno si scambiano semplicemente le posizioni. Le mete estere più gettonate insieme a Nizza, sono invece Parigi, Vienna, Lugano e Innsbruck.

Il nord batte il sud

Guardando agli incrementi percentuali delle prenotazioni su base nazionale, e facendo il confronto con lo scorso anno, si nota che l’apprezzamento di città come Bolzano (+75%), Ferrara (+55%), Torino (+49%) e Genova (+43%) stiano facendo pendere l’ago della bilancia più sul Nord Italia, lasciando prevalentemente alla Campania, con Napoli e Salerno, la rappresentanza del Sud Italia.

La sostenibilità

L’attenzione all’ambiente è una delle variabili che guida la scelta dei consumatori verso il trasporto con il treno. Secondo una rilevazione SWG per Trenitalia infatti, l’86% dei viaggiatori afferma di scegliere il treno perché meno inquinante.

E’ recente l’annuncio di Trenitalia che sui propri sistemi di vendita ha integrato Ecopassenger, un’applicazione che permette di confrontare i consumi energetici e le emissioni di Co2 di un viaggio in treno rispetto allo stesso tragitto effettuato con altri mezzi. In questo modo i viaggiatori possono conoscere al momento dell’acquisto del biglietto il minor impatto ambientale dei vari modi di viaggiare.

La campagna del Mitur “Turismo senza tempo”

Ma parlando di treni e turismo, e delle tratte ferroviarie più gettonate in occasione dei ponti primaverili, non possiamo non ricordare anche quelle in disuso che si è deciso di recuperare a scopo turistico. “Binari senza tempo” è un progetto della Fondazione Fs Italiane pensato infatti per dare una nuova vita a linee ferroviarie che attraversano la provincia italiana: si tratta di migliaia di km di ferrovia finiti in secondo piano perché poco appetibili per il trasporto regolare di persone e merci, ma che hanno ancora molto da offrire.

Dalla sinergia tra Ministero del Turismo e la Fondazione Fs ora arriva anche la campagna social  “Turismo senza tempo”, una rubrica che verrà pubblicata su Instagram e che nasce dall’idea di raccontare delle nuove proposte in tema di turismo lento ed esperienziale, per far scoprire agli utenti panorami unici e zone dell’Italia più nascosta e più autentica.

Alessandra Tesan

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti