Ota Viaggi: la partita si gioca sulla redditività

Nel catalogo Mare Italia 2024 Ota Viaggi sfodera un ventaglio di 97 strutture (contro le 74 del 2023) e conferma la probabilità che a breve se ne possano aggiungere altre. Sardegna e Sicilia rimangono le punte di diamante ma l’offerta cresce su tutto il Sud Italia rinforzandosi in particolare sulla Puglia, la Calabria e la Basilicata. 

“Abbiamo tanta voglia di crescere dopo anni in cui abbiamo sostanzialmente giocato in difesa, per difendere l’azienda e mantenerla sana – ha detto Massimo Diana, il direttore commerciale -. Ora passiamo in attacco, sempre concentrandoci sul nostro obiettivo primario che è quello di migliorare la soddisfazione del cliente, rendendo ancora più forti i rapporti con il trade e con i fornitori. Per quanto concerne l’aspetto prettamente economico – ha spiegato ancora Diana – rispetto al 2023 cercheremo di migliorare i risultati tenendo presente però che la vera sfida si giocherà sulla redditività”.  

Il trend  

Sulla stagione alle porte i livelli di riempimento sono molto soddisfacenti a detta dell’operatore che, in alcune strutture e su alcune settimane, è già in stop vendite: “Anche i mesi di spalla stanno attirando non poche richieste”, ha riferito il manager confermando che le politiche di advance booking sono state accolte in maniera ottima dal mercato “anche se la Pasqua al 31 marzo non ci ha permesso di ottimizzare tutte le scadenze dei Prenota Prima. Quest’anno confidiamo di arrivare a vendere camere fino alla prima decade di ottobre ed anche sul fronte dei repeaters possiamo dirci soddisfatti con circa il 30% dei clienti che torna a prenotare la propria vacanza con noi”. 

 

Il trasporto è la chiave 

Tra i punti di forza dell’offerta sulla summer c’è il nuovo pacchetto nave che consente di ottenere una tariffa unica per qualsiasi nave si scelga, in partenza da tutti i porti italiani. Si riconferma inoltre l’impegno con Aeroitalia, Ita Airways e Trenitalia per agevolare soprattutto il mercato del Nord Italia. 

 

Il bilancio 2023 

Ota Viaggi, lo ricordiamo, aveva archiviato un 2023 con 135mila passeggeri trasportati e 81 mln di euro di fatturato. La Sardegna aveva registrato 17mila prenotazioni, 69mila passeggeri e un fatturato di 50 mln, la Sicilia 6mila prenotazioni, 25mila passeggeri e 11,5 mln, mentre la Puglia 4mila 200 prenotazioni, 16mila 500 passeggeri e 9 mln di euro di fatturato. 

Alessandra Tesan

Tags: ,

Potrebbe interessarti