Ita Airways in Canada con il sostegno di Enit

Enit supporta Ita Airways nei nuovi collegamenti con il Canada con il primo volo diretto tra Roma Fiumicino e Toronto. La tratta opera con sei frequenze settimanali che diventeranno giornaliere da giugno a settembre e passeranno a cinque frequenze settimanali ad ottobre. “L’apertura dei collegamenti del vettore tra l’Italia e il Canada risponde all’elevata domanda di mobilità fra i due Paesi, anche in virtù della rilevante presenza di cittadini canadesi di origini italiane – dichiara Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita Airways e ceo Volare -. Con il nostro volo diretto prevediamo di trasportare fino a 2 milioni di passeggeri italo-canadesi che ogni anno si spostano fra i due Paesi. Il collegamento, inoltre, consentirà ai nostri passeggeri di avere accesso non solo al traffico point-to-point, ma anche di raggiungere altre destinazioni all’interno di entrambi i Paesi, combinando così viaggi di turismo e d’affari – aggiunge la manager – confermando ancora una volta l’impegno a fornire soluzioni di viaggio ottimali ai propri clienti. La nuova rotta sta già riscontrando ottimi risultati in termini di prenotazioni, raggiungendo oltre 30.000 passeggeri nel periodo da maggio a settembre”.

Canada mercato strategico

“Un collegamento importante che permette di rafforzare la collaborazione con un mercato strategico. Il Canada è uno dei Paesi con la presenza di italiani all’ estero tra le più alte al mondo e che quindi hanno un peso nello sviluppo del turismo di ritorno – commenta Ivana Jelinic, amministratore delegato di Enit -. Il nuovo volo Roma – Toronto rappresenta quindi un altro tassello di sviluppo turistico dell’Italia, offrendo un’opportunità unica per ampliare e diversificare i flussi turistici verso il nostro Paese. Grazie a collegamenti aerei diretti verso nuove mete, possiamo accogliere un pubblico sempre più variegato e internazionale, promuovendo la nostra ricca offerta culturale, enogastronomica e paesaggistica in maniera efficace e su scala globale. Questo nuovo servizio aereo non solo facilita l’accesso al territorio italiano, ma contribuisce anche a rafforzare la nostra posizione competitiva nel panorama turistico internazionale”. Per Gianluca Caramanna, deputato e consigliere del ministro del Turismo, si tratta di un collegamento “fondamentale soprattutto nell’anno dedicato al turismo delle radici, una partnership turisticamente strategica non solo per le comunità italiane in Canada, alle quali consentiamo di avere un collegamento diretto, ma anche per il grande interesse mostrato dai canadesi per la nostra Nazione”.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti