Trinity ViaggiStudio: Inghilterra in testa per vacanze studio e viaggi individuali

Le vacanze studio all’estero segmento in costante crescita dopo la fine della pandemia. Lo testimoniano i risultati di bilancio 2022/2023 e l’andamento di quest’anno, registrati da Trinity ViaggiStudio, tour operator specializzato nell’organizzazione di viaggi e soggiorni studio di gruppo all’estero, High School Program e viaggi studio individuali.

I risultati d’esercizio

Il t.o. comunica di aver chiuso l’esercizio 2022/2023 (1/09/22 – 31/08/23) “con ottimi risultati raddoppiando volumi e margine di contribuzione“. Il t.o. registra ricavi pari a 22,6 milioni di euro, in crescita dell’84% rispetto all’esercizio precedente e del 170% rispetto al 2019. Anche la marginalità è positiva e in forte incremento, con un Ebtda che rappresenta il 15,4% dei ricavi (+88% rispetto al 2021/2022).

Tecnologia, nuovi prodotti, risorse umane

Numeri che sono frutto di una concomitanza di fattori – afferma l’azienda – che hanno consentito a Trinity Viaggi Studio di crescere. In primo luogo, l’operatore durante la pandemia ha saputo trasformare un periodo di difficoltà in una occasione di analisi e sviluppo di nuove tipologie di prodotto e aree di business come le vacanze studio in Italia e il potenziamento dell’High School Program (semestre o anno accademico all’estero). Il che ha consentito, non appena il mercato è ripartito post-pandemia, di ottenere immediati risultati, implementando le prenotazioni, conquistando nuovi target di clientela e altri mercati.

Trinity ViaggiStudio ha investito anche sulla tecnologia e ha implementato la sua offerta, mettendo a punto nuovi programmi formativi e culturali per docenti e sviluppando nuove partnership. L’operatore ha consolidato i rapporti con i suoi storici partner e provider, sviluppando relazioni stabili con associazioni culturali di formazione linguistica, al fine di migliorare sempre più le competenze linguistiche dei docenti.

Tra le azioni compiute anche il fatto di aver ottimizzato l’intero processo di business, investendo nel rafforzamento e potenziamento del team – raddoppiando le risorse da 11 a 22 persone – per gestire la forte crescita, e sviluppare prodotti e strategie future.

Le mete più richieste

Le destinazioni che hanno registrato i maggiori volumi nell’esercizio 2022/2023, tra tutte le tipologie di proposte Trinity, sono state Inghilterra, cui seguono Stati Uniti, Scozia, Irlanda e Canada.

Nel dettaglio, per quanto riguarda i Paesi preferiti dagli studenti per le “vacanze studio all’estero” in estate, l’Inghilterra si riconferma di nuovo ai vertici, con il 54% di presenze seguita da Scozia, Irlanda e Stati Uniti.

Per quanti invece hanno scelto di trascorrere il semestre o anno di studio all’estero (High School Program), gli Stati Uniti (44%) rappresentano la prima opzione cui seguono Canada (26%), Irlanda (8%) e Inghilterra (7%). Ancora l’Inghilterra ha saputo raccogliere il 37% delle presenze di studenti individuali, mentre l’Irlanda si attesa al 33% e Stati Uniti, Canada e Francia raggiungono il 7%.

Infine, Regno Unito (50%), Irlanda (30%) e Stati Uniti con Germania e Malta (20%) rappresentano le mete predilette per stage linguistici (comprendono ad esempio i Pcto – ex Alternanza Scuola/Lavoro -, l’insegnamento di una disciplina in lingua straniera, i corsi in preparazione alle certificazioni linguistiche e molto altro ancora) e ministay.

Trend positivo anche nel 2024

Il t.o. rileva un andamento positivo anche nell’esercizio fiscale settembre 2023/agosto2024. Ad oggi evidenzia un incremento dei ricavi pari al 7,6% e una costante crescita della marginalità.

“Siamo soddisfatti e orgogliosi dei numeri di chiusura dell’esercizio 2022/2023 – afferma Claudia Randazzo, ceo e founder di Trinity ViaggiStudio – e dell’importante crescita raggiunta dalla nostra società in termini di volumi, marginalità e risultati finali. Abbiamo raddoppiato il nostro fatturato rispetto allo scorso anno, posizionandoci tra le aziende leader italiane nell’organizzazione delle vacanze studio. Tutto ciò è frutto di investimenti in tecnologia, nuovi prodotti e risorse umane, così come della capacità di trasformare una situazione di grave crisi – come quella della pandemia – in una opportunità di crescita e non ultimo del grande impegno e professionalità di tutto il nostro team. Proprio in segno di ringraziamento e premio per il lavoro svolto abbiamo voluto condividere il successo di questo anno ridistribuendo parte degli utili ai nostri dipendenti e collaboratori attraverso l’assegnazione di bonus”.

Premium tra le nuove proposte

La manager afferma che “anche i volumi realizzati ad oggi, relativi all’esercizio 2023/2024, ci rendono fiduciosi e ottimisti confermando il consolidamento del nostro posizionamento e ci spingono a guardare ancora più avanti per conseguire ambiziosi obiettivi di crescita. Oggi Trinity Viaggi Studio mostra, infatti, una crescita sia in termini di fatturato sia di marginalità, rispetto al pari periodo dello scorso anno. Continuiamo a impegnarci nel controllo della qualità e perfezionamento dei programmi consolidati così come nello sviluppo di nuove proposte di viaggio studio, tra queste Premium – viaggi studio esclusivi e di altissima qualità formativa – e promuovendo nuove partnership. Gli insegnanti e gli studenti che scelgono Trinity ViaggiStudio riconoscono l’elevata qualità e l’ampia offerta di proposte dedicate a chi desidera studiare una lingua straniera, e apprezzano il servizio di assistenza garantito h 24, in tutte le fasi del viaggio, reso ancora più efficiente dalla presenza dei Trinity Supervisor Senior e Junior e da medici nei principali college”.

Il t.o. ha in cantiere “ancora tanti progetti che mi stanno impegnando particolarmente in prima persona e che accresceranno sempre di più il valore dell’azienda e delle persone che ci lavorano. Ci auguriamo di poterli presentare già nel prossimo mese di settembre”, afferma Randazzo.

Tags:

Potrebbe interessarti