Explore France 2024: un tributo allo sport tra sostenibilità ed inclusione

È stato presentato Explore France 2024, un numero speciale perché così è, contrassegnato da grandi eventi, il 2024 francese.  Il Paese, infatti, si appresta a celebrare una serie di ricorrenze importanti, tra le quali la riapertura della cattedrale di Notre Dame, fissata simbolicamente nel giorno dell’Immacolata, l’80° anniversario dallo Sbarco in Normandia e, naturalmente, i Giochi Olimpici.

Le Olimpiadi del 2024 saranno le prime a rispettare integralmente gli accordi sul clima di Parigi. A questo proposito, le emissioni di CO2 dovranno essere ridotte del 50% rispetto alle precedenti edizioni ed è previsto venga messo in atto un progetto senza plastica monouso per spettatori e sportivi. Anche il villaggio degli atleti diventerà un eco-quartiere. Sul tema inclusività, poi, va evidenziato il lavoro svolto in Francia per i Giochi Paraolimpici il cui obiettivo è l’accessibilità totale, dalle infrastrutture di trasporto, alla collocazione nell’impianto sportivo.

Sulle tracce del Tour

Alla luce di ciò, Explore France 2024 non poteva non dedicare l’intero numero al filone sportivo, contraddistinto per l’appunto da sostenibilità ed inclusività, il tutto secondo lo spirito del “Sogna in grande, vivi slow”, la filosofia della campagna Francia 2024, che incentiva ad assaporare appieno l’esperienza di viaggio in tutti i suoi aspetti.

E che cosa, più del cicloturismo, avrebbe potuto esprimere ed incarnare questa filosofia del viaggiare? Ecco quindi, che, Explore France 2024 illustra una serie di proposte insolite sulle tracce del Tour de France, ripercorrendone i colli leggendari o suggerendo un tour personalizzabile, per esempio seguendo la Loire à vélo, l’itinerario lungo il fiume dai castelli dei re al mare, ma anche la Corsica lungo la GT20, nel Nord attorno a Lille come a Sud in Nouvelle-Aquitaine e naturalmente la Costa Azzurra con Nizza, quest’anno, causa Olimpiadi, ultima tappa del Tour de France, a sostituzione dei tradizionali Champs-Elysées parigini.

Francia attiva e green

Come ha ricordato il direttore di Atout France Italia, Frédéric Meyer si tratta di: “un magazine che offre tanti spunti per vivere una Francia attiva e green, contraddistinta da percorsi in bicicletta e tour a piedi, senza dimenticare gastronomia e cultura, grande punto di forza dell’offerta turistica francese”.

In questo numero di Explore France 2024, la cover story è dedicata a Christian Prudhomme, direttore del Tour de France. All’insegna dello sport anche le altre interviste riportate nel magazine: Marie-Amélie le Fur, presidente del Comitato paraolimpico nazionale francese che racconta i suoi progetti di inclusività per i Giochi Paraolimpici 2024 e Alexander Mazzia, chef tre stelle Michelin responsabile dei pasti per gli atleti di Parigi.

Grand Depart dall’Italia

Rimanendo in tema di ciclismo, il Tour de France 2024, il primo con Grand Depart dall’Italia, e il 26° dall’estero, è caratterizzato da 21 tappe totali e un percorso di 3.492 chilometri. Il tour partirà il 29 giugno da Firenze, a cui seguiranno tappe italiane dedicate alla memoria dei grandi della storia del ciclismo, garantendo grande visibilità al nostro Paese. Il tour de France è infatti è il terzo evento sportivo più seguito al mondo e sono stimati oltre un miliardo di telespettatori che potranno ammirare la bellezza dei paesaggi italiani da Firenze a Torino, passando per Bologna e Rimini.

Explore France 2024 sarà a breve in edicola come supplemento del mensile Dove e del quotidiano Corriere della Sera. Prodotto in 35.000 copie sarà disponibile anche presso l’Ambasciata Francia in Italia, le sedi consolari di Roma, Milano e Napoli. l’Institut Français, l’Alliance Française, nei negozi Roches Bobois, presso la Libreria internazionale Hoepli, sui vettori che collegano Italia e Francia, nelle lounge di Air France e in tutti gli eventi di Atout France.

Tags: ,

Potrebbe interessarti