Ncl, focus sull’Asia: oltre 30 nuovi itinerari

Oltre 30 nuovi itinerari ricchi di soste in porto tra Asia Pacifico, Australia e Nuova Zelanda, per un totale di quasi 90 viaggi da settembre 2024 a marzo 2026. Li ha annunciati Norwegian Cruise Line per le sue navi Norwegian Spirit, Norwegian Sun e Norwegian Sky, che raggiungono per la prima volta la regione.

Le destinazioni: a tutto Est

Ncl schiererà il maggior numero di navi mai dispiegato nella sua storia in questa parte del mondo, per una lunga stagione di crociere degne di nota da 15 porti di partenza, tra cui Auckland, Nuova Zelanda; Bali (Benoa), Indonesia; Bangkok (Laem Chabang), Thailandia; Manila, Filippine; Papeete (Tahiti), Polinesia francese; Seul (Incheon), Corea del Sud; Singapore; Taipei (Keelung), Taiwan; Tokyo e Yokohama, Giappone; Vancouver, Canada; Sydney, Melbourne e per la prima volta Cairns, Australia, e Lautoka, Fiji. Inizieranno così anche le prime crociere estive di Ncl in Asia, offrendo agli ospiti più scelta per scoprire i diversi scenari, la cultura e le delizie culinarie della regione.

“L’Asia – spiega l’armatore in una nota – suscita un crescente interesse tra i viaggiatori, con la regione Asia-Pacifico destinata a rappresentare il principale fattore di crescita, in aumento del 20% rispetto al 2023″.

Parola al presidente

“La nostra compagnia si impegna a offrire ai propri ospiti tante opportunità di esplorare il mondo con esperienze di vacanza straordinarie… e l’Asia è uno di quei luoghi indimenticabili – ha affermato David J. Herrera, presidente di Norwegian Cruise Line -. Con il crescente interesse per itinerari più coinvolgenti ed esotici, siamo entusiasti di espandere la nostra presenza e offrire navi aggiuntive per soddisfare i viaggiatori che desiderano scoprire le città più ricercate della regione, ma anche quelle meno battute. I paesi dell’Asia del Pacifico offrono una diversità senza eguali, dalle tante culture affascinanti in tutta l’Asia alle isole del Pacifico meridionale, all’aspra bellezza naturale di Australia e Nuova Zelanda. Ora, con più viaggi, scelta di navi e porti di partenza tra cui scegliere, gli ospiti possono organizzare la propria vacanza in questa regione a modo loro”.

Tags:

Potrebbe interessarti