Adv e viaggi in pullman: nasce Losio Tour alla conquista del Nord Italia

Conquistare il mercato agenziale del Nord Italia. Un bacino da 3mila-3.500 punti vendita. E’ l’obiettivo di Losio Tour, realtà nata lo scorso gennaio dall’unione di tre marchi storici, Vous Allez, l’agenzia viaggi da 30 anni sul mercato, Autonoleggio Losio, attivo da 60 anni sul fronte dei viaggi in pullman, e Viaggiare In Pullman, il brand legato ai viaggi. Alle spalle ci sono sessanta anni di turismo su gomma e una vocazione b2c che adesso vuole trasformarsi in b2b, facendo leva anche sul posizionamento creato nel mondo dei social network.

“Il nostro obiettivo è quello di diventare uno dei t.o. primari per i viaggi in pullman, attività che svolgiamo da diversi anni. Siamo sempre stati orientati al cliente finale, adesso ci vogliamo aprire al canale agenziale”, spiega il presidente Angelo Losio. Le aree di interesse, oltre alla Lombardia, già presidiata, sono Piemonte, Veneto e tutto il Nord Italia.

Conquistare il bacino del Nord Italia

L’intenzione è ampliare la collaborazione con il canale agenziale, l’ambizione è arrivare a tutto il mercato del Nord Italia, perché “crediamo ci sia la domanda”. Il primo step è farsi conoscere, il successivo è una selezione tra chi è interessato a proporre effettivamente il prodotto Losio Tour, in quanto non tutte le adv svolgono questo tipo di attività, che non è semplice e richiede una buona preparazione e conoscenza. “Già dalla prossima settimana andremo nelle provincie di Brescia, Cremona e Mantova”. Poi saranno valutate altre azioni, tra educational e serate.

“Prima della pandemia facevamo gruppi chiusi e già costituiti che ci venivano affidati – racconta il manager -. Durante la pandemia ci siamo reinventati, investendo sui canali social. Abbiamo la pagina Viaggiare in pullman, un club di viaggiatori, siamo presenti su Instagram e su Facebook. Siamo conosciuti e contiamo 35mila follower, ma restiamo con i piedi per terra e facciamo un passo alla volta. Chiudiamo il 2024 e poi progettiamo il 2025”, afferma. Il prossimo sarà un anno importante perché ci sarà il Giubileo su cui l’azienda sta lavorando, “abbiamo già dei contratti con alcuni alberghi, mentre quest’anno ci sono le Olimpiadi di Parigi”, afferma.

Il prodotto proposto

Losio Tour propone un prodotto che, in termini di posizionamento, non vuole rincorrere il prezzo al ribasso, ma si rivolge a una fascia medio, medio-alta. Tra i punti di forza il fatto di avere “una conoscenza diretta delle destinazioni, degli alberghi proposti e dei servizi che vanno a comporre il prodotto, che è costruito in casa – precisa il manager -. E’ curato sotto diversi punti di vista, dallo snack offerto durante il viaggio in pullman all’assegnazione dei posti alla partenza”. Il target di clientela vede una media in termini di età che va dai 45 ai 55 anni. Molte sono coppie.

Tra le destinazioni in portfolio c’è l’Europa, si va dal cammino di Santiago de Compostela, proposto da quindici anni e secondo una formula con soggiorni negli ostelli o soluzioni in hotel, alla Danimarca, alla Francia con Bordeaux, i Castelli della Loira. Si è accompagnati da guide preparate e tour leader. Tra le formule proposte “facciamo tante escursioni in bicicletta, di 5 o di 10 km, sono le passeggiate del benessere da vivere in autunno, in primavera o in estate, ma c’è anche la montagna con la guida escursionistica”.

Il 2024 sarà contrassegnato da un grande cambiamento che vedrà, “oltre ai nostri classici viaggi in pullman, anche le vacanze mare in Italia e all’estero, viaggi nel mondo per piccoli gruppi in ogni Paese vicino o lontano, le crociere”.

I numeri della azienda

L’azienda conta uno staff di circa una quarantina di persone (tra risorse fisse, 26 autisti, 10 accompagnatori). Sono 20 i pullman di proprietà, “i nostri mezzi anziché avere i 54 posti classici, ne hanno 49, li abbiamo trasformati facendo una scelta in controtendenza, ma nel rispetto della nostra filosofia che punta al comfort dei clienti. Il riempimento è al massimo di 45 persone“.

Ogni anno vengono utilizzati dai 3 ai 4 pullman a settimana per oltre 45 settimane all’anno solo per i viaggi di due, tre, quattro giorni. “Ogni settimana una media di 150-250 persone sceglie i nostri viaggi”.

La programmazione è confermata al 95% per i viaggi in giornata e i weekend e all’85% per i viaggi di più giorni. Dopo la pandemia sono sempre “più in crescita i viaggi di più giorni (+40% la crescita media)”. La clientela sceglie tour in Italia per il 60% e tour in Europa per il 40%. Intanto, per l’autunno la programmazione cresce del 30%.

In termini di passeggeri sono circa 15mila in un anno, con un alto tasso di fidelizzazione. Il manager si dice ottimista per il 2024, “abbiamo cambiato la sede della adv, che ha triplicato i volumi di spazio. Nonostante i due conflitti in corso e il fatto che alcune mete siano ancora assenti, avere una crescita sui viaggi in pullman è molto importante. La gente vuole viaggiare e molti sono repeater”. Tra gli strumenti si valuterà in futuro la realizzazione di un catalogo virtuale, non cartaceo. “Dovendo fare tre, quattro brochure all’anno, il catalogo digitale garantisce maggiore flessibilità e velocità”, motiva il manager.

Stefania Vicini

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato