Iata: “Ottimisti per un’estate forte”

“La domanda di passeggeri è in crescita da 36 mesi consecutivi“. Lo afferma Willie Walsh, direttore generale di Iata, che ha pubblicato i dati relativi alla domanda globale di passeggeri in aprile.

“Mentre entriamo nel picco della stagione estiva dei viaggi, ci sono tutte le ragioni per sentirsi ottimisti per un’estate forte con le compagnie aeree che offrono un’ampia gamma di opzioni di viaggio – ha proseguito il manager -. Il 97% dei passeggeri interpellati nel nostro recente sondaggio ha dichiarato di essere soddisfatto del loro ultimo volo. Ogni parte della catena del valore del viaggio deve concentrarsi sul mantenimento di tale obiettivo”.

I dati Iata di aprile

Sulla base dei dati Iata si ha che: la domanda totale, misurata in passeggeri-chilometro (Rpk), è aumentata dell’11,0% rispetto ad aprile 2023. La capacità totale, misurata in posti-chilometro disponibili (Ask), è aumentata del 9,6% su base annua. Il load factor di aprile è stato pari all’82,4% (+1,0ppt rispetto ad aprile 2023).

Buone notizie anche per la domanda internazionale che è cresciuta del 15,8% rispetto ad aprile 2023. La capacità è aumentata del 14,8% su base annua e il fattore di riempimento è migliorato all’82,2% (+0,7 punti su aprile 2023).

I dati relativi alla domanda interna rivelano che è aumentata del 4% rispetto ad aprile 2023; la capacità è aumentata del 2,1% su base annua e il fattore di riempimento è stato dell’82,6% (+1,5ppt rispetto ad aprile 2023).

Il viaggio aereo secondo i passeggeri

L’indagine Iata sui passeggeri ha rivelato che l’88% degli intervistati concorda sul fatto che “il viaggio aereo rende la mia vita migliore”. A tal proposito Walsh ha osservato che si tratta di “una motivazione importante in quanto i nostri membri si riuniranno per l’assemblea generale annuale di Iata e per il Summit Mondiale del Trasporto Aereo a Dubai la prossima settimana. Questo forte sostegno al potere della connettività aerea di trasformare la vita e rilanciare le economie porta con sé una sfida che sarà anche nella mente di tutti i partecipanti”.

Alla luce di ciò si conferma di “fondamentale importanza raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette di carbonio entro il 2050 in modo che le persone possano continuare a fare affidamento su tutti i vantaggi del viaggio aereo”.

Dominano le compagnie dell’Asia-Pacifico

Guardando alle performance delle varie regioni, tutte hanno mostrato una forte crescita per i passeggeri internazionali ad aprile. Il fattore di riempimento è aumentato fino al livello più alto degli ultimi due anni e gli aumenti di capacità sono stati ben adeguati alla domanda.

A dominare la classifica sono le compagnie aeree dell’Asia-Pacifico che continuano a essere all’avanguardia, con un aumento della domanda del 32,1% su base annua. La capacità è aumentata del 29,3% su base annua e il fattore di riempimento è salito all’83,7% (+1,7 ppt rispetto ad aprile 2023). I flussi di traffico dal Medio Oriente e dall’Africa verso l’Asia sono particolarmente forti.

I vettori europei hanno registrato un aumento della domanda del 10,1% su base annua. La capacità è aumentata del 10% e il fattore di riempimento è stato dell’83,3%, in aumento di solo 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile 2023. Le rotte internazionali dall’Europa hanno superato i livelli pre-pandemia verso tutte le regioni tranne l’Africa.

Per quanto riguarda le compagnie aeree del Medio Oriente hanno registrato un aumento della domanda del 14,2% su base annua. La capacità è aumentata del 9,9% su base annua e il fattore di carico è aumentato di +3,0 punti percentuali al 79,3% rispetto ad aprile 2023.

La performance dei vettori nordamericani rivela un aumento della domanda del 6,5% su base annua. La capacità è aumentata del 10,3% e il fattore di riempimento è sceso all’81,0% (-2,9 punti rispetto ad aprile 2023).

Per le compagnie dell’America Latina l’aumento della domanda è stato del 14,5% su base annua. La capacità è aumentata del 13,5% su base annua. Il load factor è salito all’84,1% (+0,7 punti su aprile 2023), il più alto tra le regioni.

Le compagnie aeree africane hanno registrato un aumento della domanda del 15,5% su base annua. La capacità è aumentata del 10,4% su base annua. Il load factor è salito al 73,0% (+3,2 ppt rispetto ad aprile 2023).

Mercati interni

La domanda interna è aumentata ad un ritmo più lento in aprile. Il tasso di crescita della Cina è sceso al 4,2%, riflettendo la fine dell’impennata festiva. La performance pressoché piatta del Giappone è spiegata dalla fine dell’anno fiscale e dall’inizio delle vacanze scolastiche primaverili. Nel complesso, l’andamento dell’Rpk del Giappone rimane positivo.

Tags:

Potrebbe interessarti