Thailandia, abolita la tassa sul turismo

Il governo thailandese abbandona i piani relativi alla tassa turistica da imporre ai viaggiatori in entrata nel Paese.

Via l’imposta

A confermare l’abolizione della tassa, approvata nel 2023 ma poi più volte rimandata nella sua entrata in vigore, è stato il primo ministro thailandese Srettha Thavisin. “L’eliminazione dell’imposta (da 300 Thb, circa 8 euro) potrebbe incoraggiare una maggiore spesa turistica in altre aree, fornendo così una spinta più rilevante all’economia”, ha affermato il dipartimento delle Pubbliche relazioni del governo.

Le iniziative per l’incoming

Nell’ultimo anno la Thailandia ha adottato una serie di misure per aumentare i numeri del turismo, come accordi bilaterali senza visto e l’offerta di soggiorni più lunghi per i turisti. I viaggiatori provenienti da 93 Paesi possono soggiornare fino a 60 giorni con un visto turistico. La Thailandia spera di accogliere fino a 40 milioni di visitatori stranieri quest’anno.