Viaggi d’affari: TravelPerk acquisisce AmTrav

Nuova operazione di consolidamento nel settore dei viaggi d’affari. E’ la terza in soli tre mesi. Dopo Amex Gbt, che ha annunciato un accordo definitivo per l’acquisizione di Cwt e Direct Travel Inc. che è stato acquisito da Steve Singh, adesso TravelPerk con sede a Barcellona, ​​acquisisce uno dei suoi concorrenti, AmTrav con sede a Chicago. L’accordo riunisce due dei leader nel settore dei viaggi aziendali. A riportare la notizia è PhocusWire.

Una nuova linea di credito

TravelPerk non ha rivelato i termini finanziari dell’operazione, ma ha affermato che l’accordo è supportato da una nuova linea di credito di 135 milioni di dollari ricevuta da Blackstone Credit & Insurance e Blue Owl Credit. A gennaio, TravelPerk ha raccolto 104 milioni di dollari in un round di finanziamento di estensione della serie D1 guidato da Softbank Vision Fund 2 che ha valutato la società a 1,4 miliardi di dollari.

A quanto dichiarato da TravelPerk, il marchio AmTrav rimarrà, così come i fondatori Klee e Craig Fichtelberg, confermati rispettivamente nei loro ruoli di ceo e coo. Ad essere confermato anche l’intero team AmTrav. A seguito della acquisizione TravelPerk ingloberà 1.200 dipendenti a livello globale, di cui 200 negli Stati Uniti – in città tra cui Chicago, Boston, Los Angeles e Miami –, ma prevede anche di aumentare il numero dei dipendenti statunitensi di circa il 35% quest’anno, accelerando la crescita nella regione.

Un po’ di storia

Klee e Fichtelberg iniziarono la loro carriera nel settore dei viaggi mentre erano ancora al college nel 1989, creando quello che sarebbe diventato CheapAir.com. Nel 2005 sono passati ai viaggi d’affari con il lancio di AmTrav, creata come piattaforma incentrata sulla tecnologia per le piccole e medie imprese e le aziende del mercato medio.

TravelPerk, fondata nel 2015, ha registrato una crescita del 65% su base annua negli Stati Uniti nel 2023, l’acquisizione renderà gli Stati Uniti la sua principale regione generatrice di entrate, alimentata dall’integrazione della tecnologia proprietaria dei due marchi e dall’intelligenza artificiale.

Credere nell’innovazione

Avi Meir, co-fondatore di TravelPerk e ceo, si è detto “entusiasta di dare il benvenuto a Jeff, Craig e AmTrav nel team TravelPerk. La loro decennale esperienza stimolerà la nostra crescita negli Stati Uniti e nel mondo. E con il sostegno finanziario degli investitori Blackstone e Blue Owl, oltre a SoftBank all’inizio di quest’anno, siamo ben posizionati per continuare a investire nella tecnologia leader del settore e nella nostra crescita globale”.

Il co-fondatore e ceo di AmTrav, Jeff Klee è stato un forte sostenitore dell’innovazione nel settore dei viaggi d’affari. AmTrav ha iniziato a vendere contenuti Ndc attraverso un collegamento diretto con American Airlines nel 2019 e, nell’ultimo anno, quando American si è mossa per accelerare sul fronte Ndc, Klee è stato uno dei suoi più convinti sostenitori.

Il modello di business di TravelPerk

Meir, fin dai primi giorni della pandemia, ha sempre espresso sui social media la propria fiducia nel ritorno dei viaggi d’affari. In una recente intervista rilasciata a Softbank Vision Fund, ha dichiarato che, mentre altre compagnie di viaggio hanno subito licenziamenti, TravelPerk ha mantenuto tutti i 450 dipendenti che aveva all’inizio della pandemia trasferendoli in ruoli diversi. Una testimonianza di come l’azienda si sia presa cura del proprio team.

“Adottando un approccio basato sull’intelligenza artificiale per espandere l’automazione dei prodotti, il modello di business di TravelPerk è ben posizionato per espandersi a livello pan-regionale – ha affermato Stephen Thorne, direttore degli investimenti di SoftBank Investment Advisers -. Riteniamo che la combinazione delle piattaforme TravelPerk e AmTrav fornirà un servizio e una scelta senza precedenti per le Pmi e le aziende di medie dimensioni statunitensi”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti