VisitRimini: il Parco del Mare ha reso la città ancora più fitness e wellness

Nuovo lungomare di Rimini, ma soprattutto simbolo della Rimini che cambia pelle come destinazione turistica a 360 gradi – da città di mare a “città sul mare” -, il Parco del Mare è l’opera simbolo del “nuovo” turismo di casa a Rimini. Una vera e propria location per le vacanze che è in grado anche di rispondere alle rinnovate esigenze del turismo e dei turisti: il cui focus è sempre di più sullo stare all’aperto.

Arriva da qui anche il grande progetto di riqualificazione del lungomare del Parco del Mare che, procedendo per step, sta trasformando tutti i 16 chilometri di waterfront della città. L’opera, in gran parte già realizzata e in parte in corso di realizzazione, è partita dai due estremi del lungomare e ha già trasformato la zona del Belvedere a Marina Centro e il lungomare Spadazzi a Miramare. È un progetto di rigenerazione urbana fatto nel segno della sostenibilità e della tutela dell’ambiente, a metà strada tra un gioiello di urbanistica sostenibile e un vero e proprio record, data la sua incredibile estensione chilometrica. Tanto che oggi il Parco del Mare è l’intervento che più di tutti candida Rimini a diventare una delle città più green e slow del turismo italiano: grazie a tanto verde, aree per lo sport, piste ciclabili e pedonali, dune, vegetazione adriatica, palestre a cielo aperto, foreste del mare e alberi-fontana ispirati a Gianni Rodari.

Lo studio

Un recente studio realizzato dai ricercatori dal Cast Centro Studi Avanzati sul Turismo dell’Università di Bologna – Campus di Rimini, Lorenzo Masiero e Judit Zoltan, con la collaborazione di Uni.Rimini S.p.A., con Lorenzo Succi, ha avuto come obiettivo quello di comprendere il comportamento dei turisti e la loro propensione alla pratica dell’attività fisica negli spazi del Parco del Mare. E questa indagine racconta di quanto i turisti in arrivo a Rimini già siano coscienti della presenza dell’opera e, soprattutto, del suo contributo alla percezione della destinazione. Allora, il Parco del Mare ha cambiato l’immagine di Rimini per il 62% degli intervistati, mentre per oltre 1 su 2 (55%) rappresenta un’attrazione turistica in più per la città. E ancora, secondo oltre il 50% del campione il Parco del Mare è un’opera che fornisce benefici sociali e ambientali per la città. Un interesse quello dei turisti che poi si manifesta anche concretamente: il 34% infatti ha dichiarato di avere fatto attività fisica in vacanza negli spazi del Parco del Mare.

La ricerca del Cast infine rivela una maggiore disponibilità da parte dei turisti intervistati a partecipare ad attività fisica nel Parco del Mare in bassa stagione. Rimini resta sempre una destinazione col mare al centro, soprattutto in vista dei mesi estivi. Lo racconta bene il nuovo video che fa parte della campagna di promozione #riminigoodvibes che VisitRimini ha lanciato a marzo 2024 grazie a un format video di grande impatto, girato nei luoghi simbolo della destinazione. È un nuovo percorso strategico e creativo che esprime l’idea di una Rimini che fa stare sempre bene e che con i suoi luoghi unici accoglie ogni tipo di ospite: chi ama la storia, chi vuole vivere a contatto col mare e con la natura, chi cerca gli eventi e le manifestazioni internazionali. Protagonista di questo secondo video è la famosa ospitalità riminese declinata nella giornata al mare, ma raccontata dal punto di vista di chi lavora per far sì che questa vacanza sull’acqua sia al top per i turisti che se la vogliono godere.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti