Business travel trend: per i viaggi d’affari transazioni stabili a giugno

Il Gruppo Uvet comunica i dati relativi al mese di giugno del business travel trend, indice mensile sui dati del business travel in Italia realizzato con il Centro Studi Promotor (Csp) attraverso un campione rappresentativo delle più importanti aziende che operano nei più svariati settori dell’economia italiana.

I dati di giugno

Stabile il dato dei viaggi d’affari che a giugno, in transazioni, registra un indice 81, di tre punti superiore rispetto al progressivo dell’anno e pari rispetto al mese di maggio. Il dato del valore economico globale (91) registra 6 punti in meno rispetto a maggio e 5 guardando al dato progressivo. L’indice di spesa media diminuisce di 8 punti (112 vs 120) rispetto al mese precedente e di 11 sul progressivo, sottolineando un quadro di calo dei prezzi medi sul mese di giugno.

La performance dei comparti

Nella suddivisione tra comparti viene segnalata una crescita della parte car rispetto a maggio sia in termini di transazioni (134 vs 122) sia in travel value (155 vs 151). In leggera flessione i voli in transazioni (72 vs 76) e in valore economico globale (76 vs 86). Il settore dell’hospitality ha un dato di 96 in transazioni e 108 in valore economico globale in linea con il progressivo anno.

Anche la parte rail (67 in transazioni, 74 in travel value) è in linea con l’andamento annuale del valore economico globale progressivo. Le trasferte domestiche sono a quota 91, nel resto d’Europa a 94 e per i viaggi intercontinentali salgono a 88.

L’indice btt di Uvet Global Business Travel si rapporta alla corrispondente estrazione dati del 2019 considerando quest’ultima sempre a base 100. L’attribuzione 100 ai dati 2019 rappresenta un punto di partenza convenzionale, una sorta di unità di misura che il btt adotta per esprimere gli andamenti mensili attuali e per il prossimo futuro.

L’indicazione periodica di questo indice, nel tempo, si prefissa di delineare un trend strettamente correlato all’andamento dell’economia. Il btt è quindi l’espressione di sintesi di un comportamento rispetto ad una scala che per convenzione è stata costruita sui dati del periodo pre-pandemia ed all’interno di un cluster omogeneo e altamente rappresentativo – specifica una nota del gruppo. L’indicatore non rappresenta l’andamento di Uvet Gbt, ma l’andamento del mercato del business travel.

Tags:

Potrebbe interessarti