Settimanale N. 1569 del 1 febbraio 2021

  • La resilienza dell’extralberghiero in cerca di brand identity

    Il settore, che si affida a pochi partner distributivi, deve colmare un gap tecnologico

  • L’hospitality si prepara alla nuova domanda

    L’anno si chiude in profondo rosso e le associazioni di categoria lanciano nuovi allarmi al Governo

  • Il mercato alberghiero nella Ue Nel 2019 nei 28 Paesi della Ue erano attivi complessivamente 201.472 esercizi alberghieri che disponevano di 6.829.321 camere e di  14.230.438 posti letto. “Mentre il numero delle camere e dei letti – spiega l’Hospitality Report 2020 – è da sempre in continuo aumento, il numero degli esercizi ha avuto il suo massimo ad inizio del ...
  • Il conto salato pagato nei cieli

    Lo scorso anno i ricavi sono scesi del 60,9%, con una perdita calcolata
    di 66 dollari per passeggero trasportato

  • Ita e il business da rifondare

    La startup alle prese con il nuovo corso del settore e con un biennio in cui già si prevede
    una navigazione a vista

  • Leisure e hub efficienti, la spinta per tornare a crescere Il settore aereo si prepara al cambiamento irreversibile che dovrà affrontare in epoca post pandemica. Negli ultimi due decenni il traffico aereo è quasi triplicato e, pur considerando le crisi precedenti come l'11 settembre e la Sars tra il 2001 e il 2003, nonché la crisi finanziaria globale del 2008, queste hanno portato solo a ...
  • Assaeroporti: “Siamo favorevoli al passaporto sanitario”

    Il vicepresidente vicario Fulvio Cavalleri parla di un settore che cambierà in termini strutturali

  • Short break, come essere destinazioni vincenti

    Esperienze rilevanti, uno storytelling adeguato, digitalizzazione e velocità di risposta

  • Famiglie, ecco le regole per attrarle Si fa presto a dire in viaggio con la famiglia, un settore in crescita, ma con esigenze specifiche e bisogni precisi. Quali requisiti deve avere, quindi, una destinazione per essere una meta family friendly a tutti gli effetti? Attrazioni, spazi verdi, mobilità sono alcuni degli atout suggeriti da Patrizia Bertini, direttore responsabile FamilyGo, che svela ...
  • Enit: “Il turismo culturale deve diventare pop”

    Il presidente Giorgio Palmucci delinea il quadro dell’incoming  

  • I timori delle associazioni Un incoming che di fatto al momento non esiste: Gianni Rebecchi, presidente Assoviaggi Confesercenti, parlando delle prospettive per l’anno appena iniziato, esprime tutta la preoccupazione del mondo associativo. “Temiamo che il primo semestre 2021 ricalchi la situazione odierna per cui non possiamo nemmeno parlare di incoming in Italia – afferma il presidente -. Qualche risultato ...
  • La visione degli operatori italiani

    Il 2021 si prospetta ancora come un anno difficile

  • I giganti si riprendono il mare
    Prove tecniche di ripresa, tra nuove navi e itinerari di prossimità. E con il “laboratorio Italia” di nuovo in prima linea
  • 2020, l’anno zero del cruise Un iceberg grande 60 nanometri. È quello contro cui si è andato a schiantare il 2020 delle crociere, fermato dal virus del Covid dopo aver promesso crescite vertiginose nel numero di navi in mare e di passeggeri a far festa sui ponti. Insomma, doveva essere l’anno del superamento dei trenta milioni di passeggeri, e si ...
  • Ferry, il passivo schiaccia il business turistico
    E’ la componente che porta più “fieno in cascina” e per alcune grandi destinazioni è compressa in un lasso di due-tre mesi
  • La stagione rischia di partire zoppa

    Difficile fare previsioni per l’anno appena iniziato e le compagnie non fanno pronostici azzardati

     

  • Il 2021 l’anno “fotocopia” in cui serve riscrivere il futuro

    C’è tempo per la ripresa, siamo nella fase post bellica della ricostruzione economica

  • L’eredità del 2020 Quello che è stato il 2020 lo si sa. Tirarci una riga sopra non è possibile, si può solo prendere nota di quanto è successo e cercare di individuare gli aspetti utili e, magari, positivi. Nello scoperchiare il vaso di Pandora, la pandemia ha fatto sì che la categoria delle adv e il comparto tutto ...
  • Scosse di assestamento

    E’ tempo di riorganizzazione e di controllo dei costi, non di grandi operazioni per un comparto che dovrà seguire un cambio di regole

  • L’adv dovrà cambiare “I meccanismi devono cambiare per forza”. Il nocciolo della questione sta proprio qui. Claudio Busca ne è convinto al punto tale da affermare che, “se nel 2025 il cliente avrà la stessa adv del 2019 il mercato del fai da te distruggerà il settore. Siamo costretti a cambiare, a generare vera qualità, ridisegnando il rapporto ...