Greater Miami: trend in decisa crescita

Greater Miami Convention & Visitors Bureau (Gmcvb) annuncia un record di 16 milioni di visitatori che hanno pernottato nella destinazione tra settembre 2017 e agosto 2018, determinando un aumento dell’1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nonostante l’uragano Irma. L’aumento di visitatori a Miami ha determinato un record di 26,5 miliardi di dollari spesi, con un aumento del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La forza del settore dei viaggi e del turismo di Greater Miami è particolarmente evidente nei risultati ottenuti dagli hotel, con un aumento del 10% della Revenue per Available Room (RevPar). La crescita del turismo è prevalentemente dovuta al segmento leisure-business, dato che una struttura del valore di 620 milioni di dollari quale il nuovo Miami Beach Convention Center (Mbcc) non ha potuto ospitare convention durante tutto il periodo dei lavori. Adesso che il nuovo Mbcc è prossimo alla conclusione e può ancora una volta ospitare grandi convention, la destinazione avrà la possibilità di godere di un ulteriore impatto economico generato dall’industria dei meeting.

Il Miami Beach Convention Center è il perno dell’industria dei meeting e delle convention di
Greater Miami. Del valore di 620 milioni di dollari, il nuovo Mbcc presenta spazi più ampi, che
includono una sala da ballo di oltre 5.500 mq, uno spazio espositivo di 150.000 mq, 84 stanze
e un nuovo parco pubblico di 6 acri che verrà utilizzato come ulteriore spazio per eventi. Il mese scorso, Miami and The Beaches ha dato il benvenuto alla prima convention dall’inizio dei lavori di rinnovamento del Mbcc, ospitando The American Health Information Management Society. A inizio novembre, invece, le 4 nuove sale del centro congressi hanno ospitato The International Society of Esthetic Plastic Surgery. In soli due mesi dalla riapertura, si prevede che queste convention generino un impatto economico di 10 milioni di dollari per la comunità locale.

I numeri nel settore del turismo stanno salendo a livelli record nella destinazione, nonostante l’uragano e la chiusura del centro congressi, che non ha potuto ospitare convention durante i lavori di ristrutturazione – ha dichiarato William D. Talbert, III, CDME, presidente e ceo di Gmcvb -. Grazie alle partnership, agli investimenti nelle infrastrutture turistiche e ai programmi di marketing di Gmcvb, il settore del turismo è rimasto dinamico e forte, incentivando la crescita di posti di lavoro per la comunità nel settore dell’accoglienza. Si prospetta un radioso futuro per l’industria turistica di Greater Miami.”

Durante i primi 9 mesi del 2018, Greater Miami and The Beaches ha avuto i risultati più alti per quanto riguarda il tasso di crescita delle Revenue Per Available Room degli hotel (RevPar), l’occupazione degli hotel e le tariffe per stanza, secondo le analisi di Str condotte sui 25
migliori mercati dell’hôtellerie del paese. Il successo dell’industria degli hotel può essere in
parte attribuito all’iniziativa di marketing “Hotels First” di Gmcvb, che propone gli hotel come
la punta di diamante della vacanza di ogni turista. L’iniziativa “Hotels First” è stata sviluppata
in parallelo con la campagna di marketing globale “Found in Miami” di Gmcvb, che invita i
viaggiatori a scoprire il ricco patrimonio dei quartieri multiculturali di Greater Miami. Insieme
ai nuovi reparti del Bureau (Multicultural Tourism & Development e Sports & Entertainment
Tourism), le due campagne di marketing hanno ridato energia a questi settori emergenti,
generando così una notevole richiesta di hotel da parte di questi segmenti.

Tags: ,

Potrebbe interessarti