Connect Aviation, edizione piemontese da record
Al Lingotto Fiere di Torino, in occasione di Connect Aviation, è stato rappresentato il settore del trasporto aereo che contribuisce all’economia europea per circa 300 miliardi di euro (2,1% del Pil) e offre lavoro a circa 5 milioni di persone.
Si sono registrati numeri decisamente importanti nella partecipazione degli incontri B2B – circa 4 mila – svolti tra professionisti del settore nella business convention delle compagnie aeree e degli aeroporti. Connect Aviation è stata anche una vetrina per circa 70 aziende piemontesi dell’agroalimentare, dei servizi ambientali e della mobilità, dell’Ict che hanno avuto l’opportunità di incontrare la comunità dell’aviazione internazionale.

50 Paesi

“È stato un successo straordinario – dichiara il ceo di Connect Aviation Karin Butot -, un’edizione con una partecipazione record: oltre 800 partecipanti provenienti da 50 Paesi, più di 250 aeroporti rappresentati e 80 compagnie aeree. Grazie a questo evento le persone che non conoscevano il Piemonte e Torino hanno potuto vivere il territorio con le sue diversità, valori e ricchezze. Concetti chiave perché espressi da coloro che stabiliranno parte dei flussi turistici del futuro. I partner di questa edizione, la Regione Piemonte, i due aeroporti, Cuneo e Torino, le Camere di commercio delle due città e Visit Piemonte sono stati fondamentali e hanno presentato al meglio il territorio organizzando un programma per i nostri partecipanti, con la collaborazione delle Atl, che ha permesso loro di scoprire il territorio in ambito culturale, architettonico, naturalistico e, ovviamente enogastronomico. È stata un’edizione molto diversa dalle altre, originale anche per il design italiano che abbiamo ammirato nell’allestimento del salone e che ha generato impressioni molto positive da parte di tutti”.

Non solo aviation

Connect 2024 è stato un grande successo – dichiarano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio – e siamo orgogliosi di aver avuto l’intuizione e poi la determinazione di ospitare questo evento in Piemonte, a Torino. I numeri straordinari generati hanno rappresentato un passo fondamentale verso il consolidamento e lo sviluppo delle tratte turistiche e di business per gli aeroporti di Cuneo e Torino, con nuovi voli e il rilancio di collegamenti strategici. Da parte degli operatori, oltre alla soddisfazione per l’organizzazione, il luogo, il programma di eventi collaterali e l’accoglienza, abbiamo rilevato anche enorme apprezzamento per i tour sul territorio che hanno accompagnato gli ospiti alla scoperta del Piemonte turistico, enogastronomico e dell’outdoor”.
Connect Aviation fa parte di un processo di sviluppo commerciale degli aeroporti e delle rotte aeree. La tre giorni di lavori ha portato rappresentanti delle compagnie aeree come Ita Airways, Air France, British Airways, City Flyer, Iberia con due consociate, Turkish Airlines, Sas – Scandinavian Airlines Systems, Norwegian, Air Baltic, Tap Air Portugal, Air Caraibes Atlantique, Air Arabia Morocco, Kenya Airways, e anche delle compagnie low cost come Ryanair, Easyjet, Volotea, Vueling, Wizz Air, che hanno avviato trattative sulle nuove rotte con gli aeroporti e i territori che rappresentano.

Sviluppare la rete

“A Connect, in soli tre giorni, abbiamo incontrato oltre 60 tra i principali attori del trasporto aereo europeo – dichiara Andrea Andorno, amministratore delegato di Torino Airport -. L’obiettivo è stato aumentare il numero di voli e lanciare nuove destinazioni per il prossimo futuro. Connect ha portato i decision maker delle compagnie aeree sul nostro territorio, un’opportunità unica per la quale ringrazio la Regione Piemonte”.
“Siamo orgogliosi di aver contribuito a portare questo importante evento a Torino, un’occasione irripetibile per mostrare alle compagnie aeree il grande potenziale turistico e l’attrattività del nostro territorio – afferma Georges Mikhael, ceo di Cuneo Aiport. Guardiamo con fiducia alle relazioni che abbiamo potuto rafforzare in questa occasione, così come gli incontri con le nuove compagnie, per sviluppare l’offerta voli dal nostro aeroporto di Cuneo, forti dell’esperienza che i delegati hanno potuto fare in prima persona”.

Piemonte strategico

Connect Aviation 2024 è stata l’occasione anche per far vivere agli oltre 800 partecipanti dei tour esperienziali sul territorio piemontese invitandoli a conoscere proposte turistiche uniche relative all’enogastronomia, alla cultura e storia del territorio e alla conoscenza delle proposte turistiche di svago e ospitalità delle vicine montagne e dei laghi. Nei giorni precedenti e successivi ai lavori al Lingotto Fiere, grazie alla collaborazione con le Atl del Piemonte, sono state infatti organizzate escursioni che hanno toccato le diverse aree del territorio.
“Negli ultimi anni il Piemonte è diventato strategico per le compagnie aeree, spingendole ad ampliare le rotte sui nostri due aeroporti di Cuneo e Torino – commenta il presidente del cda di Visit Piemonte Beppe Carlevaris –. Quel mondo ora è atterrato da noi con Connect Aviation e la ricaduta avrà effetti a medio e lungo termine. Tutti i partecipanti, in particolare i rappresentanti delle compagnie aeree, arrivati per l’evento, hanno vissuto e apprezzato il nostro Piemonte. Chi non lo avesse conosciuto prima, ha scoperto una destinazione ricca di offerta culturale, enogastronomica e di tradizioni. Per Visit Piemonte e tutti i partner, è stato un lavoro impegnativo ma anche gratificante, un punto di partenza che ci vede già all’opera, da subito, per mettere a frutto gli incontri futuri”.
L’edizione torinese della business vonvention dell’aviazione è stata organizzata a livello internazionale da The Airport Agency, società con sede in Francia, realizzata con il sostegno della Regione Piemonte, in collaborazione con le Camere di commercio di Torino e Cuneo, attraverso Unioncamere Piemonte e gestita da Visit Piemonte.
Tags: , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti