Fattore location

Fattore location, che importanza ha e come si può valorizzarla? StudioMapp è una startup innovativa con base a Ravenna, si occupa di location intelligence. Il suo core business è fare mappe per hospitality e real estate per valorizzare la posizione della struttura. “Ci occupiamo di mappe e di intelligence analysis del territorio, usiamo l’intelligenza artificiale applicata alle immagini satellitari e siamo stati premiati dal Pentagono”, racconta Angela Corbari, co-fondatrice di StudioMapp. “Abbiamo fatto tante ricerche e osservato i big player. Tra cui Booking che ha cambiato atteggiamento verso le location. Per esempio ha introdotto due filtri sulla posizione, che sono il quartiere e i punti di interesse”. E’ stato aggiunto anche “il giudizio sulla posizione, che anni fa non esisteva, ora grazie al sentimental analysis i giudizi sono pubblicati quando superano una certa soglia di punteggio”. Il che è molto utile, in quanto, analizzando i commenti degli utenti si possono avere informazioni sui fattori attrattivi nei pressi della struttura che non sono  necessariamente il metró o l’autobus. Il che aiuta a ragionare su cosa “interessa alle persone. Prendiamo il caso di un hotel al mare, su Booking è indicata la distanza dal centro, il fatto che la struttura sia di fronte alla spiaggia è un’informazione importante da dare e Booking riporta anche il numero di giudizi, quindi una sorta di campione”. Il fattore chiave su cui la manager vuole puntare l’attenzione è la percentuale di viaggiatori disposta a pagare di più se la location soddisfa le esigenze, cioè “più del 90%”, asserisce. Certo “dipende dalla tipologia di viaggio – fa presente la manager -. La location rappresenta esigenze diverse, Booking non riesce ancora ad avere un tipo di risposta così personalizzata, per questo abbiamo cercato di farlo noi”. La startup ha realizzato un questionario per individuare gli indicatori rilevanti per le persone interessate a prenotare un hotel. “Abbiamo intervistato più di 450 viaggiatori per capire cosa fosse importante per loro”.
Tra i dati emersi si ha che “la mobilità è uno dei fattori più importanti quando si cerca un hotel, poi si guarda al tema turismo e svago, al verde, alla cultura, fermo restando che non c’è la location perfetta – fa presente Corbari -, ma migliore sulla base delle esigenze. Per questo è importante definire quali sono i clienti target principali e cercare di fornire informazioni sulla base di ciò che il cliente si aspetta. Il valore della location cambia a seconda del motivo di viaggio o delle persone con cui viaggio”.
L’obiettivo è intercettare “meglio la tipologia di cliente adatto alla mia struttura”. Una delle caratteristiche di StudioMapp è mappare il verde privato, “grazie ai satelliti, siamo specializzati sulla qualità della vita dei quartieri e sulle carat-teristiche della location”.
Per valorizzare le eccellenze del territorio, dando valore alla posizione, ha sviluppato Qirate, “che aiuta le strutture ad accrescere l’attrattività, lavorando sulla personalizzazione. Non ci basiamo sui commenti, ma sui data scientist. Una volta che so che le persone cercano quel punto specifico, posso fare seo e capire quali sono i punti più cercati nel territorio dove la struttura è ubicata, il che mi permette di personalizzare l’offerta”.                              

Tags: ,

Potrebbe interessarti