La Bmt battezza un nuovo modo di fare impresa 

Un colpo di reni. E’ quello che è servito al settore per svoltare e riprovare a correre dopo anni di fermo. Ne parliamo con Angelo De Negri, patron di Progecta, la società che organizza la Bmt di Napoli, in programma dal 14 al 16 marzo prossimi. 

 

Gv: Che insegnamenti ha lasciato sul campo il 2023 e quali le sfide che il settore dovrà raccogliere per l’anno appena iniziato?  

“Per interpretare al meglio un tempo incerto eppure caricato di aspettative quale era quello che si prospettava avrebbe distinto il 2023 ci voleva il classico colpo di reni. E così è stato. Grazie a dei guizzi abbiamo superato vari ostacoli e affrontato timidamente la ripresa dei lavori nelle nostre aziende. E’ stato un bene ed è stato necessario, così abbiamo valicato ogni rischio di impresa dopo un pericoloso fermo dovuto alla pandemia. Il 2024 si prospetta quindi un anno di piccole conferme e nuovi traguardi, anche considerando le misure in materia di turismo introdotte dalla Finanziaria appena approvata”.
 

Gv: Quali sono a suo avviso le caratteristiche che, in tempo di nuove tecnologie e intelligenza artificiale, dovrebbe avere una manifestazione fieristica di settore?  

“Personalizzare i servizi accrescendo la competitività ed anticipare i problemi con previsioni, ad esempio, su possibili ritardi dei voli determinati dalle condizioni meteo sono solo alcuni degli usi che si possono fare dell’intelligenza artificiale applicata all’industria turistica. Secondo una ricerca di Forbes Advisor l’impiego dell’intelligenza artificiale avanzerà con un tasso di crescita annuo del 37% tra il 2023 e il 2030, creando contestualmente 97 milioni di nuovi posti di lavoro entro il 2025 e generando un valore di mercato pari a 407 miliardi di dollari entro il 2027. Con queste stime le manifestazioni fieristiche non possono guardare dall’altra parte. Alla Bmt, edizione 2024, agli addetti ai lavori sarà chiarito che l’innovazione dei viaggi è una realtà e che comunicare e interagire con il mondo dei viaggiatori, anche quelli digitali, con i linguaggi più attuali è imprescindibile. Lo è perché il panorama turistico sta mutando e lo è per dare senso alla storia di tante encomiabili imprese del settore”. 

Gv: Su quali focus si incentrerà la prossima Bmt?  

“La 27esima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo, che promette inedite affluenze di visitatori ed espositori, sarà l’occasione per battezzare il nuovo modo di fare impresa turistica, considerando le nuove esigenze del cliente del turismo emergente, di quello esperienziale e di prossimità. Così l’appuntamento di settore in programma a Napoli dal 14 al 16 marzo tradurrà in pratica l’esigenza di dedicare più spazio espositivo all’incoming, settore che dopo la pandemia ha dato segnali di grande sviluppo con il pienone nelle grandi città della nostra bella Italia”.

Laura Dominici

Tags: , ,

Potrebbe interessarti